Autonomie: Fvg non è un Monopoli, basta giochi di forza tra territori

grim-foti-spitaleri

“Il Fvg non è un Monopoli: non si merita di essere vittima di prove di forza tra territori. Dobbiamo accompagnare tutti con serietà la riforma delle Autonomie, che è una delle ultime occasioni per dare alla nostra regione un sistema che sappia affrontare le sfide del futuro”. Lo affermano la segretaria del Pd Fvg Antonella Grim e il responsabile Enti locali del partito Lorenzo Presot in merito alle critiche di alcuni esponenti del centrodestra alla riforma, aggiungendo che “più che impuntarsi sui singoli confini, è essenziale avere chiaro l’obiettivo finale e complessivo del provvedimento”.

Secondo Grim e Presot “è evidente che si tratta di una riforma molto complessa, che richiede sforzi da parte di tutti: questo è uno dei motivi per cui Riccardi e colleghi non hanno mai avuto il coraggio di realizzarla. E’ fin troppo comodo – continuano – nascondere i problemi sotto il tappeto quando si governa, scaricarli sulle spalle dei successori e poi affannarsi a criticare questa giunta e questa maggioranza che finalmente dimostrano di avere chiare le priorità per il Fvg”.

“Dobbiamo uscire dalle logiche dei campanili. Siamo una regione di poco più di un milione di abitanti: dovremmo già avere la capacità di pensare alle fusioni. L’integrazione vera, che mette in rete le funzioni e genera efficienza, presuppone un cambio serio di mentalità – continuano – ed è l’unica risposta possibile se vogliamo un sistema che contini a stare economicamente in piedi. A questo – concludono – devono ambire le riforme degli enti locali, del comparto unico e della finanza locale”.

 

Trieste, 7 aprile 2015

Comunicato stampa

Ufficio stampa Pd Fvg