Pd: No a controriforma Sanità ma daremo una mano

Spitaleri: “E’ stata tutta una grande messa in scena”

“La legge ‘controriforma’ non affronta né risolve le esigenze della nostra sanità, nonostante Riccardi abbia fatto mostra di essere soddisfatto delle audizioni. In realtà l’assessore ha fatto solo passerella e sa che i problemi non ha neanche cominciato ad affrontarli”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Salvatore Spitaleri, all’esito dei due giorni di audizioni sul disegno di legge n.27 riguardante il riordino dell’assetto istituzionale e organizzativo del Servizio sanitario regionale.


Continua a leggere…

Cartiera Burgo: i Parlamentari del Pd scrivono a Di Maio

I parlamentari del Pd Debora Serracchiani, Tatjana Rojc ed Ettore Rosato si sono attivati per la Cartiera Burgo di Duino Aurisina (Trieste), a fronte dell’allarme lanciato dai rappresentanti dei lavoratori per un’imminente apertura della procedura di mobilità e per il blocco in cui si trova il processo di riconversione della Linea due, ancora chiusa dal 2016.
 
In una lettera inviata al ministro Luigi Di Maio, i parlamentari hanno chiesto “un intervento d’urgenza del Ministero dello Sviluppo economico e del Lavoro, al fine di esplorare, d’intesa con la Regione Friuli Venezia Giulia e in stretto rapporto con i rappresentanti dei lavoratori, ogni possibile alternativa all’apertura della procedura di mobilità, convocando a Roma tutte le parti coinvolte.
 
Siamo convinti che l’obiettivo primario da perseguire – scrivono gli esponenti dem – sia il mantenimento della potenzialità produttiva del sito industriale e che le Istituzioni non debbano rinunciare a costruire le condizioni per il proseguimento dell’attività industriale”.
 
“La lunga stagnazione in cui continua a trovarsi la Burgo di Duino preoccupa molto e – concludono i parlamentari del Pd – vorremmo sia fatto tutto il possibile per evitare che si imbocchi la strada di un declino irreversibile”.

Rifinanziare il sostegno al reddito regionale

Spitaleri: non ‘congelare’ 30 milioni per le famiglie in difficoltà

“E’ inutile proclamarsi difensori della famiglia e poi ‘congelare’ 30 milioni per le famiglie in difficoltà. Il buon senso dice esattamente il contrario: rifinanziamo la misura regionale di sostegno al reddito e poi, se e quando il reddito di cittadinanza comincerà a essere erogato e abbia miglior copertura, si pensi a congelare”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Salvatore Spitaleri, in merito all’intenzione manifestata dalla Giunta Fedriga di non rifinanziare la Misura attiva di sostegno al reddito (Mia), avviata nel 2015 in Friuli Venezia Giulia con una legge della precedente Giunta di centrosinistra.


Continua a leggere…

PD a fianco della stampa libera

Serracchiani: #GiùLeManiDallInformazione

Il Flash mob a Trieste (Foto twitter Muscatello)

Essere a fianco di chi chiede che la stampa rimanga libera è un dovere civile prima ancora che politico: temo il giorno in cui i giornalisti smetteranno di essere fastidiosi e irritanti per chi fa politica, me inclusa. Spero che anche dal centrodestra regionale arrivi una parola di solidarietà, e sarebbe un segnale importante se si esprimesse chi ricopre la carica più alta”. Così la deputata del Pd Debora Serracchiani, in occasione della manifestazione nazionale indetta dalla Federazione Nazionale della Stampa e Ordine dei Giornalisti #GiùLeManiDallInformazione che si tiene a Trieste e nei capoluoghi di Regione contro gli attacchi del movimento 5Stelle ai giornalisti e all’articolo 21 della Costituzione.


Continua a leggere…

Rojc: politica deve conoscere problemi delle carceri

A Trieste grave l’assenza assoluta di mediatori culturali

“Il carcere di Trieste è una realtà che merita decisamente maggiore attenzione da parte della politica, che si interessa troppo poco all’universo penitenziario”. Lo ha affermato la senatrice del Pd Tatjana Rojc, che oggi si è recata in visita al carcere “Ernesto Mari” di Trieste, dove ha incontrato il direttore reggente Ottavio Casarano, assieme a rappresentanti apicali della Polizia penitenziaria, dell’area pedagogica e amministrativa.


Continua a leggere…

Spitaleri, Riccardi ritiri legge di riforma sanità

“Il centrodestra ha sempre minato i territori”

 

“Riccardi ritiri la legge di riforma della sanità e ponga mano subito alle vere criticità del sistema per garantire le prestazioni ai cittadini del Friuli Venezia Giulia. Più passano settimane e mesi e più Riccardi si rende conto che le macerie non esistono, ma ci sono processi e percorsi da implementare e migliorare”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Salvatore Spitaleri, commentando le dichiarazioni dell’assessore regionale alla Sanità Riccardo Riccardi oggi a Pordenone.


Continua a leggere…

Pd: Comuni restino in società gestione Alberghi diffusi

Da Rojc interrogazione a ministra Bongiorno

La senatrice del Pd Tatjana Rojc ha presentato una interrogazione alla ministra della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno per sollecitare un intervento normativo affinché sia consentita la partecipazione pubblica nelle società di gestione degli Alberghi diffusi.

“Ho voluto riscontrare subito la segnalazione pervenuta dai sindaci di Paluzza, Sutrio, Comeglians e Socchieve – spiega Rojc – perché bisogna saper distinguere, e in questo caso la compenetrazione pubblico-privato è nell’interesse della montagna friulana, dalla Carnia alle Valli del Natisone”.


Continua a leggere…

Al via il percorso congressuale regionale Pd Fvg

Territori si confrontano con candidato unico Shaurli

Cristiano Shaurli

Parte il 9 novembre il roadshow sui territori di Cristiano Shaurli, candidato unico alla segreteria regionale del Partito democratico del Friuli Venezia Giulia. L’appuntamento con il via al percorso congressuale regionale è infatti per il 9 novembre a Ronchi dei Legionari, alle 18:00 presso la Sala polifunzionale di via Duca d’Aosta 3/5, dove Shaurli presenterà le linee programmatiche della sua segreteria. Nella stessa occasione, anche il candidato segretario del partito provinciale di Gorizia Diego Moretti illustrerà i punti caratterizzanti del suo mandato.


Continua a leggere…

Salvini vuole più paura sociale

Serracchiani: fa a pezzi ogni programma di integrazione

“Quando si fa a pezzi ogni programma di integrazione significa che si vuole più paura sociale e meno sicurezza, e questo sta facendo Salvini, con fredda premeditazione”. Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, commentando lo stop del Governo al bando di servizio civile Integr-Azione, coperto totalmente da fondi europei del programma Fondo asilo, migrazione e integrazione (Fami).

Per Serracchiani “è chiaro l’obiettivo di avere sempre più migranti a non far nulla per le strade, sempre più irregolari o emarginati e sempre meno integrati nella nostra cultura, con zero rimpatri e niente ricollocamenti. Per questo, dopo i colpi che si sono abbattuti sul sistema dell’accoglienza diffusa, ora non si investe nemmeno sui più giovani, nemmeno se i progetti sono a costo zero per lo Stato italiano. Forse per un po’ Salvini riuscirà così a distrarre l’attenzione dei cittadini dalle conseguenze della stagnazione economica”.

Casalino: Rojc, via arroganza e intolleranza dal potere

“Parole e immagini che hanno la triste impronta della sincerità”

“Sono parole e immagini che hanno la triste impronta della sincerità, rivelano anche troppo chiaramente un atteggiamento arrogante, offensivo e intollerante che deve essere allontanato dal potere”. Lo afferma la senatrice della minoranza slovena in Italia eletta col Pd Tatjana Rojc, commentando il video in cui il portavoce del presidente del Consiglio, Rocco Casalino, sostiene che anziani, bambini e down gli “danno fastidio”, lo “irritano” e gli “fanno schifo”.

“Grillo fa il comico – osserva la senatrice – quando se la prende con le persone autistiche, Casalino recita o provoca quando dice che le persone down gli fanno schifo: tutto questo non può scivolar via come normale. Si sta pericolosamente abbassando la soglia di quello che i personaggi pubblici possono dire e fare, dando esempi che poi generano emulazione e costume”.

“Ricordiamo chi è stato a discriminare malati, stranieri, minoranze e – conclude Rojc – diamoci il preciso obbligo che su queste cose nemmeno si scherza”.