Fvg colpito da decreto su ordinamento sportivo

Rojc: Decreto è colpo mortale per volontari e federazioni minori

“Si deve rivedere il decreto legge che delega al Governo la materia di ordinamento sportivo: in molte parti è sbagliato o contra legem, e colpisce la peculiarità del Friuli Venezia Giulia”. Così la senatrice del Pd Tatjana Rojc, intervenuta stamane in commissione al Senato nel corso dell’audizione del presidente del Coni e delegato Cio Giovanni Malagò, nell’ambito della discussione del ddl che prevede deleghe al Governo e altre disposizioni in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di semplificazione.


Continua a leggere…

Lega: economia e lavoro mai all’ordine del giorno

Shaurli: sciacallaggio politico attuato da Lega pare non aver mai fine

“Il centrodestra approva l’assestamento mentre escono le dichiarazioni di Confindustria e sindacati sull’economia regionale e su migliaia di posti di lavoro a rischio per crisi: una coincidenza al tempo stesso surreale e drammatica”. Lo afferma il segretario del Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando l’approvazione, nel Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, dell’assestamento di bilancio per gli anni 2019-2021.

“La Regione che l’anno scorso vedeva il Pil crescere del 1,1% – continua il segretario dem – quest’anno forse crescerà dello 0,3%, con un crollo impressionante dello 0,8 e con le esportazioni in calo. Ma in assestamento nemmeno l’ombra di misure su lavoro, imprese o politiche vere di investimento: la situazione economica non è mai all’ordine del giorno della Lega. In Consiglio Regionale, invece di fare scelte serie e concrete di contrasto alla crisi, la maggioranza parla delle ‘mancette’ da cinquemila euro che vuole tornare a distribuire, di poltrone da occupare, di nuovi Cda pubblici e portavoce da nominare e, ovviamente, di Bibbiano”.

“Su questo caso drammatico – puntualizza Shaurli – lo sciacallaggio politico pare non aver fine, anche perché la Lega lo usa sulla pelle dei bambini, per parlare sempre d’altro. Non hanno scrupoli, se si tratta di distrarre da governi nazionali e regionali che dopo un anno non hanno prodotto niente. E poi abbiamo un presidente di Regione che si permette di fare lezioni di morale in deliranti soliloqui in diretta social dove chiede ai suoi accoliti di attaccare il PD, e che – conclude – non ha nemmeno la decenza di spendere una parola per decine di donne e bambini, esseri umani morti in mare. Anche oggi”.

Scuola: presentato pdl per trasporto gratuito in montagna

Aiuto concreto contro spopolamento montagna

“Assicurare un servizio pubblico imprescindibile per bambini e famiglie ed evitare che vengano penalizzati coloro che vivono nelle aree interne e nei piccoli centri del nostro Paese. E’ questo il contenuto essenziale della proposta di legge che abbiamo presentato alla Camera, e ci auguriamo che venga al più presto esaminata. La proposta di legge ha quindi come obiettivo quello di consentire agli Enti Locali di svolgere un servizio pubblico, riconosciuto nell’ambito del diritto allo studio, costituzionalmente garantito, rivolto alle famiglie a sostegno della fruizione dell’istruzione di base, senza alcun pagamento della quota di partecipazione diretta da parte degli utenti. Soprattutto per aiutare quelle zone montane dove è più difficile raggiungere le scuole. E quindi con la nostra proposta di legge proponiamo misure a sostegno per i Comuni per poter garantire il servizio pubblico scolastico senza gravare sulle famiglie”. Lo dichiarano in una nota i deputati Pd, Debora Serracchiani ed Enrico Borghi, che hanno presentato una proposta di legge alla Camera dei Deputati, riguardante misure a sostegno del servizio pubblico di trasporto studenti erogato dai Comuni.

articolo del Messaggero Veneto del 22.07.2019

“Spero che la nostra proposta di legge venga calendarizzata al più presto e – aggiunge Serracchiani – che trovi un sostegno trasversale, perché il problema davvero non ha colore politico.

veduta di Ovaro (Val Degano)

Riferendosi a una recente delibera della Corte dei Conti che imporrebbe a totale carico delle famiglie le spese per il trasporto scolastico, contro cui si sono mobilitati i sindaci della montagna friulana, Serracchiani auspica che “si voglia dare un segno concreto per fermare lo spopolamento delle ‘terre alte’, aiutando gli amministratori locali a fare il loro prezioso lavoro”.

Cultura. Rojc, decreto su Fondazioni ennesimo fallimento del Governo

Il video della dichiarazione della Senatrice Pd Tatjana Rojc

“Con la propaganda non si fa nulla, con la cultura si mangia.” Così la senatrice del Pd Tatjana Rojc, intervenendo in Aula per il suo gruppo in merito alla conversione in legge del decreto in materia di personale delle fondazioni lirico sinfoniche. “Ho voluto esprimere molte perplessità su tale decreto che è un ennesimo provvedimento incompleto che non risolve per nulla la condizione precaria e di grande sofferenza in cui si trovano migliaia di lavoratori dello spettacolo. Questo governo per la cultura fa solo propaganda e si dimentica dei problemi concreti che coinvolgono migliaia di lavoratori.” La sen Rojc va giù duro e parla “di fallimento del governo in campo culturale” , riportando i casi dell’Arena di Verona e del Maggio fiorentino , “oltre 1000 lavoratori tra fissi e e stagionali, a cui è stata chiesta la restituzione di premi aziendali del 2015 nonostante vi fossero state precise assicurazioni ai lavoratori da parte delle stesse Fondazioni che avevano anche manifestato la propria contrarietà ai ministeri coinvolti circa la restituzione di somme percepite e ovviamente già impegnate.” Per Rojc “tale “restituzione potrebbe costare agli stessi lavoratori migliaia di euro, andando così ad incidere pesantemente sulla loro retribuzione già ingiustamente tagliata nel passato triennio a seguito del Piano di risanamento economico.” L’esponente del Pd si è infatti chiesta perché “ sono sempre i lavoratori a dover pagare per delle scelte scellerate, spesso dettate da burocrati più che da esperti, che decidono della guida delle nostre Fondazioni?” “Questo governo – ha concluso Rojc – sta togliendo la speranza ai giovani che scelgono l’arte e la musica come professione e progetto di vita. Purtroppo, e lo sanno tutti molto bene, questi giovani sono destinati, se non cambia qualcosa, a essere precari a vita.”

Costituente delle Idee apre partito a costruzione programma

Pd: Shaurli, partito crede in regionalismo virtuoso

“Rivendichiamo con decisione di essere il partito che ha voluto la riforma del titolo V, che ha voluto l’art.116 della Costituzione che permette oggi il confronto sull’autonomia differenziata. Noi siamo una forza politica che crede nel regionalismo, ci abbiamo lavorato seriamente considerandolo un percorso virtuoso e solidale, che non ha nulla a che fare col personalismo mediatico e che non deve in alcun modo mettere in discussione l’unità del Paese”. Lo ha detto oggi a Roma il segretario del Pd Fvg Cristiano Shaurli, alla riunione dei segretari regionali e delle grandi città convocata dal segretario nazionale Nicola Zingaretti.

l’incontro di Zingaretti con i Segretari regionali, oggi a Roma nella sede del PD

“Il Pd non deve cedere alle strumentalizzazioni della Lega ma – ha spiegato – rilanciare un percorso serio e responsabile per le Autonomie, che non sono uno strumento di battaglia politica o una minaccia contro qualcuno ma un’opportunità per la crescita di tutto il Paese”.

Per Shaurli la riunione “è fondamentale per i temi che fanno l’agenda politica in questi giorni, ma anche per il futuro. La Costituente delle Idee apre il partito ai contributi di tutti, per unire alle proposte già presenti, ad esempio la riduzione del costo del lavoro, la costruzione del programma su cui – ha concluso – fondare una vera alternativa di governo”.

Giuliana Morandini, spenta voce Mitteleuropa

Rojc: aveva nel sangue i temi più profondi della nostra terra

“In questo anno terribile per le lettere italiane, con Giuliana Morandini si spegne anche la limpida voce di una nostra donna ‘di frontiera’, una testimone estrema di quella cultura mitteleuropea in cui l’attualità, gli ambienti e l’interiorità si fondono e diventano emblemi di una storia universale. Il peso di questa perdita è enorme per il patrimonio letterario italiano e della nostra terra, di cui aveva nel sangue i temi più profondi”. Lo afferma la senatrice triestina Tatjana Rojc, scrittrice e critica letteraria, in occasione della scomparsa, a Roma, della scrittrice e saggista Giuliana Morandini, nata a Udine nel 1938.

Narrazione, traduzione, critica letteraria, giornalismo: ovunque profuse un lavoro instancabile – aggiunge Rojc – all’insegna della qualità della scrittura, che per chi fa cultura è anche impegno etico. Nella tradizione di tanti intellettuali friulgiuliani, ha fatto da autorevole ‘ponte’ internazionale, in primo luogo con il mondo tedesco dove era molto apprezzata”.

Crimini d’odio a Trieste, da prendere sul serio

Shaurli: chi amministra lavori per unire, non getti benzina sul fuoco

“Sono dati forse scomodi e da analizzare a fondo, ma il segnale va preso in considerazione seriamente, perché l’odio nelle sue varie forme è uno dei mali del nostro tempo. E purtroppo a Trieste emerge un malessere su cui tutti dovrebbero soffermarsi a ragionare. Chi amministra la città e la cosa pubblica dovrebbe essere il primo a porsi come esempio di pacatezza, rispetto dei ruoli istituzionali ed elemento di unione e non di conflitto della propria comunità”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando i dati dell’Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori (Oscar), del Ministero dell’Interno, in base ai quali Trieste risulta la provincia italiana con il maggior numero di segnalazioni di crimini d’odio.

“Il nostro capoluogo regionale ha una grandissima tradizione culturale e civica ma – continua Shaurli – sempre più vi si muovono tensioni, insoddisfazioni, solitudini. Un mondo che è ormai noto agli operatori del sociale, ma che all’opinione pubblica si nasconde spesso dietro una cortina di normalità o di rassegnata accettazione. Faremmo un grave errore, chiunque abbia ruoli politici ed istituzionali, se ignorassimo che Trieste è anche questo groviglio di problemi poco visibili. Il degrado, l’odio si deve affrontare ma – conclude – certo è più difficile se c’è chi getta benzina sul fuoco”.

Fedriga o l’arroganza del potere

Shaurli: tappano la bocca e non ascoltano nessuno / Trevisan: in programma sfascio sanità Fvg

“Oggi a Palmanova abbiamo avuto l’immagine chiara dell’arroganza del potere che non ascolta niente e nessuno. Fedriga ha scelto questa strada, e da qui in avanti dovrà fare i conti con un’opposizione che non sarà solo quella dei partiti, partendo dai cittadini cui ha tappato la bocca e riempito le orecchie di fandonie”. Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando l’incontro del presidente della Regione Massimiliano Fedriga oggi a Palmanova (Udine) dedicato al nuovo modello di servizio sanitario regionale.

Il responsabile Sanità del Pd Fvg Roberto Trevisan, presente a Palmanova, ha rilevato che “finalmente abbiamo conosciuto gli esperti che hanno sostenuto lo spostamento del punto nascita a Latisana, i quali si assumeranno fino in fondo la responsabilità di quanto deciso dalla politica. Eclatante l’assenza del direttore dell’Arcs Zavattaro, che dovrebbe coordinare l’evoluzione organizzativa del nostro SSR”.


Continua a leggere…

Nel Pordenonese è emergenza lavoro

Shaurli: politiche industriali per il Friuli Occidentale / Liva: disinteresse della Lega si legge nei fatti


“Il Pordenonese è in piena emergenza occupazione ma la Giunta Fedriga continua a ignorare un pezzo fondamentale della nostra regione, con ciò che significa in termini di Pil e di gettito fiscale. Chiediamo che la Giunta vari finalmente efficaci politiche per l’industria nel Friuli Occidentale”. Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando i dati INPS resi pubblici giovedì 18 agosto sulle ore autorizzate di Cassa integrazione guadagni, che indicano un aumento del 31,6% rispetto al primo semestre 2018 degli interventi straordinari in provincia di Pordenone.


Continua a leggere…

Striscioni diffamatori contro sedi PD

Evitare ogni vergognosa speculazione politica

La giustizia faccia il suo corso, con la necessaria severità e lo faccia velocemente su questioni che riguardano bambini, servizi sociali e di sostegno, che per loro natura devono essere punti di riferimento al di sopra di ogni sospetto.

Convinti di ciò e per evitare ogni vergognosa speculazione politica, rigettiamo e condanniamo i vili atti dal contenuto gravemente diffamatorio contro il Pd, compiuti nella notte presso le sedi del partito di Trieste, Pordenone, Cordenons e a Gradisca.

Qui anonimi vigliacchi hanno appeso degli striscioni che recano la scritta in caratteri runici ‘Parliamo di Bibbiano’, con evidenziate la P e la D.

Sono attacchi puramente diffamatori, al di fuori di qualsiasi logica del dibattito politico.

Atti analoghi sono stati compiuti in altre parti d’Italia: è un vero e proprio attacco, guidato e coordinato a livello nazionale. Ci rimettiamo alle Forze dell’ordine, già informate, per l’individuazione dei responsabili.

Se qualcuno cerca l’effetto denigrazione o distrazione, per spostare l’attenzione dalle difficoltà interne al Governo e soprattutto dalla crisi del Paese, ha già fallito.