Chiuse le liste: squadra competitiva

 

Si chiama Fabio Manzini, ha 22 anni, di Cividale del Friuli, studia Economia internazionale a Trieste e ha alle spalle una serie di esperienze come rappresentante di istituto e un paio d’anni di politica attiva nel suo comune, dove nel 2015 ha partecipato alle amministrative. E’ lui il più giovane tra i candidati nelle liste del Pd Fvg per le regionali di aprile e ha deciso di provarci perché vuole parlare ai suoi coetanei, “in particolare di scuola, università, opportunità di lavoro ed Europa”. Oltre a Manzini, in lista nel collegio di Udine, un altro ventenne fa parte della squadra dem nella corsa per piazza Oberdan: è Marco Della Gaspera, 24 anni, candidato nel collegio isontino. Il Pd in Fvg si presenta complessivamente con 46 nomi a sostegno del candidato presidente Sergio Bolzonello, tra volti noti e non, consiglieri e assessori uscenti, amministratori locali e professionisti impegnati sui territori in vari settori, dalla scuola alla sanità, dal mondo della cultura all’associazionismo.

 

Secondo Salvatore Spitaleri, segretario Pd Fvg, “è una squadra competitiva e credibile, che coniuga esperienza e novità. Nelle nostre liste i cittadini potranno trovare un Pd che esprime competenze sia amministrative che professionali, esperienze, territori, sensibilità e linguaggi diversi, ma tutti indirizzati a un obiettivo comune: governare questa regione, ascoltando, confrontandosi, verificando insieme, perché nessuna persona e nessuna comunità resti indietro. Con i nostri nomi offriamo una rappresentanza equilibrata dei territori e diamo spazio a tutte le fasce d’età e competenze”.

 

Le liste comprendono 47 persone, così suddivise per collegio (in ordine alfabetico per generi alternati):

 

– Gorizia, 5 candidati

Il giovane Marco Della Gaspera, l’assessore alle Politiche sociali di San Canzian d’Isonzo Deborah Marizza, il capogruppo uscente in Consiglio Diego Moretti, l’assessore all’Ambiente Sara Vito e l’esponente della comunità slovena Josko Terpin.

 

– Pordenone, 12 candidati

La consigliera uscente Renata Bagatin, l’assessore a San Vito Carlo Candido, la consigliera uscente Chiara Da Giau, il segretario provinciale Giuliano Cescutti, l’ex sindaco di Chions Federica Della Rosa, il già assessore a Pordenone Nicola Conficoni, la presidente della commissione Pari opportunità Annamaria Poggioli, il consigliere uscente Renzo Liva, l’ex vicesindaco di Pordenone Renzo Mazzer, Roland Muka, il già sindaco di Erto e Casso Luciano Pezzin e Angelo Righetti.

 

– Alto Friuli, 3 candidati

Erica Gonano consigliera provinciale e vicesindaco di Prato Carnico, il consigliere uscente Enzo Marsilio e Sandro Venturini, tecnico dell’ospedale di Gemona.

 

– Trieste, 9 candidati

La dirigente scolastica Ariella Bertossi, l’ex sindaco Roberto Cosolini, la consigliera comunale già segretaria del Pd Fvg Antonella Grim, il medico Sergio Omero, la fotografa di Muggia Fiorella Macor, il consigliere regionale uscente Franco Rotelli, la dem esperta di migrazioni Ingrid Stratti, il professore già senatore Francesco Russo, e il consigliere uscente ed esponente della comunità slovena Stefano Ukmar.

 

– Udine, 18 canditati

Il consigliere uscente Enio Agnola, la socialista Gloria Conte, il presidente di Ecodem di Udine Elio Baracetti, la capogruppo uscente in Consiglio provinciale Daniela Corso, i consiglieri uscenti Vittorino Boem e Silvana Cremaschi, il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop, la segretaria di circolo a Pavia di Udine e laureata in conservazione di beni culturali Alice De Biaggio, lo studente Fabio Antonio Manzini, la logopedista e consigliera comunale di San Vito di Fagagna Ilca Rosa Fabbro, il socialista Stefano Nazzi, l’ex sindaco di Ruda e presidente dell’Assemblea provinciale Palmina Mian, l’assessore a Manzano Carlo Palazzolo, l’assessore regionale Mariagrazia Santoro, l’ex sindaco di Aquileia e vicepresidente della Fondazione Aquileia Alviano Scarel, la dirigente infermieristica Sabrina Spangaro, l’assessore regionale Cristiano Shaurli, il geometra e consigliere comunale a Palazzolo dello Stella Mauro Tollon.