Dal 2 dicembre Shaurli segretario Pd Fvg

Spitaleri: “il partito ha scelto l’autonomia e l’unità”

Si riunisce domenica 2 dicembre a Gorizia l’Assemblea congressuale del Pd Fvg, per la proclamazione di Cristiano Shaurli quale nuovo segretario regionale del partito. L’assise, che si tiene alle ore 10:00 presso il Kulturni Dom in via I. Brass 20, vede all’ordine del giorno anche l’approvazione del documento programmatico che accompagna la candidatura di Shaurli e gli altri adempimenti connessi con il rinnovo degli organi del partito.

Il segretario regionale uscente Salvatore Spitaleri spiega che “la nuova Assemblea Regionale, composta di 120 componenti rappresentanti di tutti i territori della regione, si costituisce al termine di un percorso avviato a metà luglio e intensificato nel mese di novembre: in oltre venti incontri su tutto il territorio regionale il candidato segretario Cristiano Shaurli e il vice in pectore Paolo Coppola hanno testato il documento programmatico, raccolto spunti ed emendamenti, riannodato i fili di un dialogo con iscritti ed elettori”.

Dopo i risultati delle elezioni politiche e regionali – spiega Spitaleri – il Pd Fvg ha scelto una linea di ferma opposizione a Fedriga ed alla maggioranza di centrodestra e contestualmente ha aperto una fase di ascolto e di incontro, per segnare da subito la volontà di costruire una alternativa politica, sociale e culturale”.

La scelta di celebrare un congresso regionale differenziato dalle scadenze nazionali – continua l’esponente dem – deriva dalla volontà di connotare sempre di più e meglio i caratteri di autonomia del Pd Fvg, e dalla determinazione a superare sterili contrapposizioni in favore di un percorso di condivisione e di unità del partito. Abbiamo fatto nostro concretamente il messaggio di Piazza del Popolo”.

Parallelamente al congresso regionale, il Pd ha avviato la fase di rinnovo dei segretari dei territori delle province di Gorizia, Pordenone e Udine e di oltre un centinaio di circoli comunali “per essere pronti alle sfide delle amministrative della prossima primavera. E in particolare, riunendo a Gorizia l’Assemblea Congressuale, vogliamo ribadire le ragioni dell’autonomia speciale e della vocazione europea, quali assi portanti del futuro della nostra regione”, conclude Spitaleri.