De Monte e De Castro: mandiamo in Europa persone competenti per tutelare i nostri prodotti

 “L’agricoltura, in particolare la viticoltura, è uno straordinario strumento anti-crisi per il Fvg: come il turismo e la cultura, è uno dei pochi settori in continua crescita e non è delocalizzabile. La nostra regione ha grandi potenzialità e sta crescendo anche grazie all’Europa”. Lo ha dichiarato oggi a Sgonico (Trieste) la senatrice e candidata del Pd alle elezioni europee Isabella De Monte durante un incontro pubblico sull’agricoltura e i prodotti tipici nell’azienda agricola di Stanko Milic assieme all’eurodeputato e presidente uscente della commissione Agricoltura Paolo De Castro, candidato del Pd alle elezioni europee, ai candidati a sindaco di Sgonico Monica Hrovatin, di San Dorligo della Valle Sandy Klun, di Monruoino Casimiro Cibi e di Savogna d’Isonzo Alenka Florenin, e alla vicesegretaria nazionale del Pd Debora Serracchiani.L’incontro pubblico di Sgonico ha chiuso una giornata di visite a numerose aziende agricole della regione per De Monte e De Castro, a Mortegliano (Udine), Buttrio (Udine) e Cormons (Gorizia).

Secondo De Monte “l’agricoltura è fondamentale perché è il principale settore di investimento a livello europeo. Attraverso il vino, in particolare, il Fvg ha la possibilità di veicolare la straordinaria ricchezza del proprio territorio”. Secondo Paolo De Castro “l’Italia e il Fvg hanno bisogno di più Europa per potenziare la competitività delle proprie imprese agroalimentari e promuovere l’export nei grandi mercati internazionali. Per farlo, a Bruxelles devono essere rappresentate da persone competenti, che sappiano tutelare e valorizzare il nostro straordinario patrimonio agroalimentare, non da comici e ballerine. L’Ue fa già molto per il nostro comparto vitivinicolo: ogni anno mette a disposizione dell’Italia 100 milioni di euro per la promozione dei nostri vini all’estero e ulteriori importanti risorse per la ristrutturazione e la creazione di nuove imprese. Il successo crescente dei nostri vini all’estero – ha sottolineato De Castro – è dovuto anche all’impegno dell’Ue in questo settore. Visitando le cantine del Fvg oggi ho condiviso con gli imprenditori e i rappresentati delle catgorie questo pensiero e ho colto l’interesse e l’entusiasmo di un territorio che sta dimostrando un grande dinamismo nel comparto vitivinicolo”.

Secondo Debora Serracchiani “per la pubblica amministrazione sostenere l’agricoltura significa anche e soprattutto aiutare le imprese snellendo pratiche e procedure, e dando risposte chiare sulla lotta alla burocrazia. In Fvg, ad esempio, stiamo lavorando al riordino del settore delle politiche agricole, della caccia e pesca; il testo sarà in aula in giungo e sarà un aiuto concreto per i nostri imptenditori, che disporranno di un quadron normativo semplificato. Le politiche agricole – ha aggiunto Serracchiani – se coniugate con una corretta programmazione dei fondi europei, sono uno strumento straordinario per i territori”.

 

Trieste, 23 maggio 2014

Comunicato stampa
Ufficio stampa Pd Fvg