Fedriga tace su camorra in FVG

Serracchiani: istituzioni si schierino senza esitazione

“Abbiamo un’indagine che ci sbatte in faccia la realtà della camorra insediata a Trieste e in regione, c’è una Procura che chiede rinforzi sostanziali per far fronte alla minaccia crescente, e il presidente della Regione non avverte l’esigenza istituzionale di far sentire la voce della sua alta carica. Non è ritualità, perché quando le istituzioni tacciono in circostanze simili, non è mai un buon segnale. E’ giusto e doveroso che le istituzioni e vorrei dire anche la politica si schierino senza esitazione, pubblicamente e a voce alta a fianco della Procura e degli investigatori, isolando moralmente e civilmente il tessuto canceroso che inquina la nostra società”. Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, tornando sull’operazione della Procura di Trieste e della DIA che ha portato all’arresto di alcuni esponenti del clan dei Casalesi, insediato a nordest.

Rilevando che “analogo silenzio è stato osservato dall’assessore alla Sicurezza”, Serracchiani evidenzia “la stridente differenza di atteggiamento che hanno tenuto i vertici della Regione in altre occasioni, in cui subito hanno dichiarato la necessità di aumentare la sicurezza. Ma forse – conclude – i migranti sono utili elettoralmente, la camorra un po’ meno”.