Ferrovia Udine-Cividale è esempio di gestione oculata

Spitaleri: “Zilli studia e ammorbidisce furia iconoclasta”

Il locomotore del treno dei bimbi “Cesarino” della FUC – Ferrovia Udine- Cividale (Foto RAFVG)

“Quello che l’assessore al Bilancio ha trovato nei conti della Ferrovia Udine-Cividale è l’esempio di una gestione oculata, che le capiterà di ritrovare spesso nei bilanci delle società partecipate dalla Regione che ora sono affidate alla giunta Fedriga”. Lo afferma il segretario regionale del Pd del Friuli Venezia Giulia Salvatore Spitaleri, commentando il giudizio dell’assessore regionale alle Finanze e Patrimonio Barbara Zilli sul risultato di bilancio 2017 della Società Ferrovie Udine Cividale (FUC), definito “largamente positivo non solo per l’esercizio ma, al di là degli stretti numeri, sotto il profilo della funzione sociale nel territorio”.

Per Spitaleri “il tempo e l’approfondimento aiutano ad acquisire una prospettiva di governo” e “ciò è bene, perché più si diradano i fumi dei bombardamenti del periodo elettorale, più si entra nel merito delle questioni, più il refrain delle macerie viene rimosso dal linguaggio dei nuovi amministratori regionali. Nel passato non tutto è stato fatto bene, non tutto è riuscito al meglio, ma prendiamo atto che – puntualizza il dirigente dem – proprio l’assessore Zilli, zelante voce del nuovo corso, studiando le carte, di molto ammorbidisce la sua furia iconoclasta”.

“Questo è precisamente quanto chiediamo sempre e comunque, e cioè – ha concluso Spitaleri – confronti nel merito delle questioni”.