Grim: trascrizione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso è scelta giusta e di buonsenso

Il sindaco di Trieste Roberto Cosolini ha trascritto, nell’Anagrafe municipale, due matrimoni tra cittadini dello stesso sesso contratti all’estero. Una scelta già adottata da molti altri sindaci italiani, primo in Fvg Furio Honsell a Udine. Io credo sia UNA SCELTA GIUSTA, DI CIVILTA’ E DI BUONSENSO. Si tratta di un segnale forte verso il riconoscimento dei diritti dei cittadini nel quadro della cittadinanza europea.

Sul tema delle unioni civili l’Italia è fanalino di cosa a livello europeo. Per troppi anni si è perso tempo, con il risultato che gli amministratori locali sono stati lasciati soli. E’ evidente che debba essere il Parlamento a legiferare in materia, ma nel frattempo è altrettanto giusto che i sindaci garantiscano l’uguaglianza dei diritti dei cittadini che vivono e lavorano all’interno della nostra comunità. 

Una legislazione chiara è il modo più semplice per evitare che un tema così delicato sia soggetto alla discrezionalità e alla sensibilità dei singoli amministratori, creando trattamenti diversificati tra cittadini del nostro stesso Paese o regione.

Come Pd sul tema dei diritti stiamo lavorando molto e compiendo passi in avanti: da qui non si torna più indietro, perché i diritti sono la nostra identità e un punto fermo dal quale, se vogliamo considerarci fino in fondo un partito riformista, non ci si può spostare.

Antonella Grim, segretaria regionale Pd Fvg