Lavoro: Grim e Pino, in Fvg bene programma “Garanzia Giovani”

“Chi nega che il Job Act sia un passaggio di svolta nel mondo del lavoro italiano lo fa in modo ideologico e strumentale. Che la si condivida o meno, la riforma del lavoro apporterà cambiamenti radicali, offrendo tutele ai lavoratori precari che oggi non ne hanno, e più garanzie e chiarezza agli imprenditori”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim in merito alle dichiarazioni della deputata e coordinatrice regionale di Forza Italia Sandra Savino sul Job Act.

Secondo Grim “sul lavoro sia il Governo che la giunta regionale stanno facendo molto. Il programma Garanzia giovani, ad esempio, in Fvg sta procedendo meglio che nelle altre regioni italiane. Dati recenti del ministero del Lavoro indicano infatti per il Fvg un trend positivo in relazione alle capacità di programmazione, poiché le procedure di emanazione di avvisi, bandi e decreti attuativi per l’avvio delle misure rivolte ai giovani copre più dell’85 per cento delle risorse assegnate. E anche le azioni di accoglienza, presa in carico e orientamento dei giovani che fino ad oggi hanno aderito all’iniziativa – continua – stanno procedendo nella tempistica prevista”.

Secondo Adele Pino, responsabile Lavoro per il Pd Fvg, “si potrebbero anche valutare alcuni interventi estensivi della misura, ad esempio sui contratti a tempo determinato. Come evidenziato dallo stesso ministro del Lavoro Poletti, infatti, con l’entrata in vigore del Job Act sarà probabilmente necessario armonizzare il programma Garanzia giovani con le nuove misure previste dal Governo. Per quanto riguarda il bonus occupazionale previsto per le imprese che assumono, infatti, bisognerà ragionare sul vincolo di non cumulabilità con altri strumenti di sostegno all’assunzione, in primis lo sgravio triennale dei contributi previsto nella legge di Stabilità quale strumento di sostegno all’avvio del progetto di contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti. Se questa cumulabilità fosse esclusa – precisa Pino – si potrebbe valutare di ampliare l’utilizzo dell’incentivo anche alle assunzioni a tempo determinato”.

 

Trieste, 30 dicembre 2014

Comunicato stampa

Ufficio stampa Pd Fvg