Lavoro: Grim, Savino legge quel che fa comodo

"Chiunque abbia letto il comunicato di Ires oltre la quinta riga potrebbe obiettare che lo scorso anno il numero di assunzioni a tempo indeterminato è stato significativamente superiore a quello del periodo 2013-2014, cioè pre jobs act. Savino legge solo quello che le fa comodo?". Lo afferma la segretaria regionale del Pd Antonella Grim, replicando alle critiche della deputata di FI Sandra Savino sui risultati del jobs act.
"Se FI si propone di instillare il disfattismo e la sfiducia nel Paese e in regione - continua Grim - l'onorevole Savino incarna al meglio questa linea. Buio e catastrofe, ecco il quadro che offre ai cittadini. Mai una proposta, un'idea per fare meglio".
Per Grim "chi si candida al governo della Regione dovrebbe offrire qualcosa di più e di meglio al dibattito politico. Chi sedeva al tavolo della giunta Tondo ed ha lasciato un'eredità pesante al centrosinistra anche per il solo motivo di non aver fatto nulla, di non aver mosso pietra, non può alzarsi ora in piedi a tranciare giudizi. C'è chi ha affrontato la sfida del cambiamento e della crisi e chi ha atteso che passasse la nottata. Noi ci siamo assunti responsabilità e carichi - conclude Grim - che il centrodestra non ha avuto la forza di raccogliere".