Manovra con pesanti effetti su FVG

Shaurli: è la manovra del Governo amico di Fedriga

“La manovra del Governo amico di Fedriga avrà effetti pesanti sul Friuli Venezia Giulia. Non solo per le somme altissime che dovremo versare allo Stato, ma soprattutto per l’impatto che avrà, ad esempio, in termini di credito alle imprese e in investimenti nelle infrastrutture. Ci chiediamo se il taglio di seicento milioni alle Ferrovie dello Stato inciderà sulle opere già previste come la velocizzazione della tratta Trieste-Venezia ai progetti: questo solo per il 2019 visto che i tagli saliranno a ottocento milioni dal 2020 al 2024”. Lo afferma il segretario del Pd Fvg Crisitiano Shaurli commentando i provvedimenti della manovra all’esame della commissione Bilancio a Palazzo Madama.
“Oltre alle penalizzazioni che subirà il nostro sistema manifatturiero – continua Shaurli – rileviamo che questa manovra non porta nulla al Friuli Venezia Giulia, che rimane solo a doversi arrangiare con le sue forze. Purtroppo al nulla che viene da Roma si aggiunge il debito che la giunta Fedriga ha contratto senza focalizzare le risorse alla crescita. In sostanza, le famiglie e le imprese della nostra regione pagheranno di più per mantenere le promesse di Di Maio e Salvini, senza avere nulla in cambio”.