Pd presente per futuro Sertubi Trieste

Delegazione Pd alla conferenza stampa dei lavoratori Sertubi

 
Appoggio totale per mantenere in attività l’unico stabilimento che produce tubi in ghisa in Italia. Il Pd a tutti i suoi livelli è pronto a sostenere ogni azione intesa a evitare che circa 70 lavoratori rimangano senza occupazione, Trieste sia spogliata di un pezzo di tessuto industriale e l’Italia di un asset strategico anche considerando le criticita’ delle sue reti idriche”. Lo ha affermato oggi il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, nel corso di una conferenza stampa convocata dai rappresentanti dei lavoratori della Jindal Saw Italia, controllata della Jindal Saw Limited, che nel 2011 ha rilevato il ramo d’azienda ghisa sferoidale dalla Sertubi Spa.

Shaurli, parlando a nome della delegazione Pd composta dalla senatrice Tatjana Rojc, dai consiglieri regionali Francesco Russo e Roberto Cosolini, nonché dalla capogruppo in Consiglio comunale Fabiana Martini, ha assicurato: “rispondiamo con convinzione all’appello dei lavoratori e, seguendo una linea adottata quando abbiamo avuto responsabilità di governo, crediamo necessario incalzare la proprietà e il Mise. Al ministro Di Maio, rivolgiamo la richiesta di un piano strategico nazionale per l’industria e dei necessari investimenti sulle infrastrutture per scongiurare un fortissimo rischio di crisi per il tessuto manifatturiero giuliano e non solo”.
 
“Torniamo a ribadire la necessità che anche l’assessore Bini e lo stesso presidente Fedriga portino a Roma la questione del futuro manifatturiero di Trieste. Perché dev’essere chiaro che occorre un salto di qualità sul fronte industriale: il Pd è presente e pronto a sostenere trasversalmente questo processo, perché di fronte alle gravi e molteplici crisi ed al futuro di centinaia di lavoratori non ci si divide ma Regione e Governo prendano in mano urgentemente la questione”