Profughi: doveroso pretendere chiarezza su Cpr a Gradisca

 

“Gradisca ha già dato tanto in tema di accoglienza: non può essere caricata di oneri aggiuntivi”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim, aggiungendo che “l’apertura del nuovo Cpr non può prescindere dall’accoglimento da parte del Governo delle richieste precise della Regione”.

Secondo Grim “è giusto che si pretenda innanzitutto la chiusura del Cara e in secondo luogo un limite massimo di persone da ospitare nel nuovo Cpr, non superiore a cento e non derogabile. Ci sono comuni che più di altri hanno compiuto uno sforzo e Gradisca è tra questi. E’ quindi essenziale che le richieste della presidente Serracchiani al Governo vengano accolte, perché va rispettato un territorio che ha già dato molto”.

“Al contrario delle assurdità ripetute ossessivamente dalla Lega – commenta Grim – l’accoglienza diffusa è l’unico modo di gestire in modo serio e ordinato l’arrivo dei profughi. Da qui la necessità che i Comuni siano solidali tra di loro e accolgano laddove necessario per evitare che il peso ricada sempre sugli stessi territori”.