Profughi: Grim, Lega eviti diplomazia parallela

“La Lega eviti improbabili tentativi di diplomazia parallela sui richiedenti asilo: con la loro propaganda, già qui da noi hanno fatto danni a sufficienza”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Antonella Grim, dopo l’annuncio del Carroccio Fvg di “voler rafforzare con Austria e Slovenia una sorta di alleanza contro l’accoglienza dei profughi”.

Secondo Grim “mentre l’Europa comincia a capire la necessità di fare squadra e aiutare l’Italia nella difficile partita dei richiedenti asilo, la Lega lancia assi internazionali fondati su muri, intolleranza e pura demagogia: i ponti si creano invece su progetti positivi, e noi lo abbiamo fatto, anche su questo tema e da tempo”.

“Come Pd Fvg – sottolinea Grim – ci siamo posti il problema di come gestire, anche politicamente, il tema dei flussi migratori tra Italia e Slovenia. A metà luglio abbiamo organizzato a Trieste un incontro tra una delegazione del Pd regionale e dei Socialdemocratici sloveni cui hanno partecipato i vertici politici dei due partiti, compreso il presidente nazionale del partito sloveno Dejan Židan, le due europarlamentari Isabella De Monte e Tanja Fajon. Abbiamo discusso di come creare una collaborazione politica permanente in tutti i settori, compreso quello dei richiedenti asilo. Dopo quell’incontro – continua Grim – è iniziato un proficuo scambio di dati, informazioni ed esperienze”.

Secondo Grim “la politica della distruzione ha fallito e continuerà a fallire. Noi dobbiamo costruire, all’interno del nostro territorio e con quelli a noi vicini, nuove politiche di monitoraggio e di accoglienza. Ormai lo stanno capendo tutti, tranne la Lega”.