Regionali: Pd presenta liste collegio Trieste con Bolzonello

 

“Abbiamo una squadra forte, nella quale tutti possono sentirsi rappresentati, e che saprà lavorare al meglio per il Fvg e per Trieste”. Lo ha affermato oggi il segretario del Pd provinciale Giancarlo Ressani, aprendo la conferenza stampa di presentazione della lista a sostegno del candidato presidente Sergio Bolzonello nel collegio di Trieste. Accanto a Ressani, lo stesso Bolzonello e i 9 candidati alle regionali di aprile, che sono intervenuti illustrando sinteticamente le ragioni della candidatura e i temi principali della campagna elettorale.

 

La dirigente scolastica Ariella Bertossi si occuperà in particolare di formazione, mentre Antonella Grim, consigliera comunale già assessore all’Educazione a Trieste ed ex segretaria del Pd Fvg, punterà su welfare, famiglia e scuola. L’ex sindaco Roberto Cosolini, che si è detto “particolarmente emozionato per la sfida”, porterà avanti alcuni dei temi forti del suo ex mandato, così come Francesco Russo, già senatore, che ha detto di voler proseguire in particolare sulle questioni legate al porto e a Porto Vecchio.  Il medico Sergio Omero si dedicherà alla “difesa della riforma sanitaria”, così come il consigliere regionale uscente Franco Rotelli. Infine sono intervenuti la fotografa di Muggia Fiorella Macor, attenta in particolare alla quotidianità delle famiglie, la dem esperta di migrazioni Ingrid Stratti e il consigliere uscente ed esponente della comunità slovena Stefano Ukmar.

 

“Sono orgoglioso e soddisfatto di presentare una squadra che coniuga innovazione di pensiero e conoscenza del territorio”, ha dichiarato Sergio Bolzonello, candidato del centrosinistra alla presidenza del Friuli Venezia Giulia. “Questa mattina abbiamo fatto un tour nei comuni del Carso e abbiamo ascoltato storie di successo nate dall’orgoglio degli uomini e delle donne di queste terre. Mentre altri lanciano slogan, noi continuiamo a governare con responsabilità e ci presentiamo ai nostri elettori con la consapevolezza di aver lavorato bene per la comunità nel suo insieme e non solo per un pezzo di essa. Oggi – ha rimarcato Bolzonello – dopo aver rimesso in moto il Friuli Venezia Giulia bisogna guardare al futuro mettendo in campo una visione che riesca a dare un nuovo modello di società per la nostra gente annullando le disuguaglianze e tenendo assieme welfare ed occupazione dando a tutti l’opportunità di cogliere questi passaggi. In cinque anni abbiamo creato 10mila posti di lavoro e abbiamo dimezzato la disoccupazione passata dal 12 al 6%, l’obiettivo deve essere il 3% entro il 2020. Uno dei primi obiettivi deve essere la regionalizzazione della scuola e su questo possiamo costruire tutte le politiche per la famiglia, i giovani e per coloro che pensano di poter tenere insieme questi valori sociali”.