Rojc, inquietante Salvini con mitra in mano

“Testimone di una cultura della violenza”

“Il ministro Salvini dà un esempio inquietante esibendosi a maneggiare armi davanti ai fotografi“. Lo afferma la senatrice Tatjana Rojc, membro della commissione Difesa a Palazzo Madama, commentando le immagini che ritraggono il ministro dell’Interno Matteo Salvini mentre imbraccia una mitraglietta, durante la cerimonia per il 40° anniversario dei Nocs, il nucleo operativo centrale di sicurezza.

Per Rojc “c’è molto di allarmante nelle parole e negli atti di Salvini: quando rievoca il ‘me ne frego’ o cita il ‘noi tireremo diritto’ è sicuramente consapevole di resuscitare una retorica della potenza che ci sprofonda nel passato più buio. E quando brandisce un mitra o accetta in dono un pugnale da combattimento il ministro dell’Interno si fa testimone di una cultura della violenza che le istituzioni non dovrebbero mai coltivare. Purtroppo non si fermerà – conclude Rojc – e ci aspettiamo di vederlo presto a torso nudo, come Mao o Putin, per tacere dell’esemplare italico che ha distrutto il nostro Paese”.