Rojc: Toros testimone nobile di un tempo difficile

“con lui scompare un testimone nobile e illuminato di un tempo difficile”. Lo ha detto la senatrice del Pd Tatjana Rojc, intervenendo oggi in aula a Palazzo Madama per ricordare il senatore Mario Toros recentemente scomparso, che fu una delle personalità politiche e istituzionali più significative del Dopoguerra in Friuli Venezia Giulia, tra i fondatori della Cisl nel 1950, più volte ministro e punto di riferimento per molti esponenti politici della regione.

Nel ricordare Mario Toros – ha continuato Rojc – piace il suo insaziabile desiderio per un futuro necessariamente migliore. E’ foindamentale non lasciare all’oblio chi ci ha preceduto, in particolare quando una persona si identifica con la propria comunità e ne diventa il portavoce per eccellenza, come lo è stato Mario Toros, amato e stimato dalla sua gente per il grande rispetto nutrito nei confronti delle Istituzioni che aveva servito con onestà e dedizione”.

Alla sua azione politico-amministrativa il Friuli Venezia Giulia deve molto nel contesto degli anni difficili della ricostruzione postbellica e di quella del post-terremoto, anni in cui la Regione è riuscita a percorrere strade nuove, raggiungendoobiettivi ambiziosi e – ha concluso – secondo taluni addirittura insperati”.