Sanità: lettera Fedriga al limite dell’intimidazione

“Una lettera imbarazzante e imbarazzata per chi l’ha scritta e per chi l’ha “suggerita”, talmente generica ed indeterminata da apparire al limite dell’intimidazione per direttori generali e le strutture della sanità regionale alle prese con programmi e progetti definiti per legge”. Così la reazione del segretario regionale Pd Fvg alla notizia di una lettera trasmessa dalla Direzione centrale su indicazione della nuova Presidenza della Regione.

 
“Ci chiediamo – prosegue Spitaleri – dove stia il tanto sbandierato preventivo confronto con i professionisti, i tecnici, i responsabili, annunciato come nuovo corso. Mentre Fedriga pare dibattersi nella affannosa ricerca di un assessore alla sanità e prima di aver avuto la decenza di illustrare al Consiglio regionale i propri progetti – osserva Spitaleri – ecco una sorta di pizzino recapitato via direzione centrale.  Un tale, intempestivo, improvvido,  irresponsabile intervento fa sorgere il dubbio che in verità non sia la tutela dell’interesse generale il vero motore dell’intervento, ma, nel più classico della politica politicante, qualche puntuale posizione”. 
 
“Abbiamo manifestato in campagna elettorale la disponibilità al confronto e anche alle modifiche in tema di sanità – conclude il segretario regionale Pd – ma il metodo scelto da Fedriga lascia sconcertati. Confidiamo, quindi, in una pronta rettifica”.