Schedature in Sanità: con M5S è Stato totalitario

Rojc: nessuno può sentirsi al sicuro

“Denunciamo con forza questo progressivo e sistematico slittamento del nostro Paese verso un regime che discrimina, verso lo Stato totalitario”. Lo afferma la senatrice del Pd Tatjana Rojc, che ha sottoscritto l’interrogazione, a prima firma della vicepresidente del gruppo a Palazzo Madama Simona Malpezzi, al Ministro della Salute Giulia Grillo, la quale ha allontanato i 30 membri del Consiglio superiore di Sanità dopo un’inchiesta eseguita per ordine governativo sui precedenti politici dei suoi componenti.

Per Rojc “la schedatura delle persone in base a opinioni politiche o addirittura a legami di parentela è una pratica che fa orrore: innalza la logica del sospetto a prassi istituzionale e, se non si ferma subito, si presta ad essere estesa a ogni campo professionale e sociale. Nessuno può sentirsi al sicuro quando si impiegano questi metodi. Non a caso la schedatura e la discriminazione sono una costante che si ritrova in tutte le dittature“, conclude .