Scuola: Grim, gli insegnanti hanno diritto a fare carriera, ora con la riforma è possibile

Sta entrando nel vivo il percorso relativo alla “Buona scuola”; infatti entro febbraio arriverà in Consiglio dei Ministri il decreto relativo. E una delle novità più importanti sarà quella di dare l’opportunità, ai nostri docenti, di una carriera vera e propria, avanzando soprattutto per merito e non solo per anzianità. Finalmente ciò sarà possibile. “. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim, in merito al decreto “Buona scuola”.

Il testo prevede che le risorse per far crescere le busta paga dei docenti verranno assegnate per almeno due terzi in base al merito e che gli insegnanti potranno ricoprire due nuove funzioni, quella dell’insegnante “mentor”, specializzato nella didattica, e quella di “quadro-intermedio”, finalizzata al supporto organizzativo.

Secondo Grim “i nostri insegnanti sono il cuore e l’anima di un sistema scolastico che, nonostante alcune criticità, funziona. Ma vanno valorizzati: il merito va riconosciuto, anche monetariamente. Con questa riforma, che sta prendendo forma dopo mesi di consultazioni e confronti in tutta Italia, Fvg compreso, finalmente si va in questa direzione.

“Non possiamo non evidenziare che questo, prima di tutto, è un salto culturale per tutti noi, una vera rivoluzione culturale che deve farci abbandonare il vecchio teorema “basso stipendio, richieste minime”, senza alcuna valorizzazione delle differenze e del merito,  che ha caratterizzato gran parte della prima Repubblica. E’ il momento di cambiare quindi, con coraggio, anche nel campo dell’istruzione.