Spitaleri: M5S abbraccia la Lega e prepara il ribaltone

Zoccano: “M5S e Lega non possono fare l’amore a Roma e la guerra a Trieste”

 
Finalmente i 5Stelle dicono alla luce del sole ciò che tutti sapevano: a cominciare dal Friuli Venezia Giulia, sui territori preparano un ribaltone delle alleanze e si avviano a nozze con la Lega. E sono nozze d’amore, non un freddo contratto di governo”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Salvatore Spitaleri, commentando le affermazioni del sottosegretario alla Famiglia e disabilità Vincenzo Zoccano, il quale domenica scorsa al meeting “Una Regione a 5 Stelle” che si è tenuto a Porcia (Pordenone) ha detto: “M5S e Lega non possono fare l’amore a Roma e la guerra a Trieste”.

Per Spitaleri “la stampella che viene offerta alla destra della giunta Fedriga è funzionale alle prossime tornate amministrative, in cui è facile immaginare che i 5Stelle si esibiranno in acrobazie inedite per giustificare alleanze sulle quali fino a ieri avrebbero sputato. Ma si sa che l’appetito vien mangiando”.
 
“In combinazione con l’operazione ‘finte liste civiche’ varata dall’assessore alle Attività produttive Sergio Bini, la saldatura M5S-Lega spazza dal campo ogni velleità di quel che rimane del centrodestra, si mangia i moderati e li porta in dote a Fedriga. Il Partito democratico rimane l’unico partito strutturato a opporsi alla destra più pericolosa mai vista in Italia nel dopoguerra”, conclude Spitaleri.