Grim: Ciriani taglia Wi-fi per battaglia ideologica

 

“Pur di portare avanti battaglie ideologiche e populiste contro gli stranieri, la giunta Ciriani non esita a tagliare servizi a cittadini, studenti e turisti: è esattamente quella politica della paura che tanti danni sta causando ovunque in Europa, Fvg compreso”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd, Antonella Grim, commentando la decisione del sindaco di Pordenone Ciriani e della sua giunta di togliere il wi-fi gratuito da gran parte della città per motivi di sicurezza ed evitare “bivacchi”, soprattutto di cittadini stranieri, in strade e giardini.
Continua a leggere…

Comunali 2016: Grim, a Trieste e Pordenone sfida aperta

 

“Nei territori che abbiamo amministrato in questi cinque anni abbiamo prodotto risultati concreti e ci siamo presentati con candidati e progetti che riteniamo validi. In alcune realtà non siamo stati sufficientemente bravi a trasmetterlo ai cittadini, ma abbiamo due settimane per recuperare. Ce la metteremo tutta e siamo certi di potercela fare”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim, commentando il risultato del primo turno di voto per le elezioni amministrative in Friuli Venezia Giulia.
Continua a leggere…

Primarie Trieste: un test anche per noi, da cui usciamo a testa alta e più forti di prima

Siamo un grande partito, sano e radicato sul territorio. Lo abbiamo dimostrato anche domenica, in occasione delle primarie per le comunali a Trieste, quando siamo stati in grado di coinvolgere migliaia di persone e chiamare ai seggi 6.870 cittadini, molti di più rispetto al 2010, quando i votanti furono 4.382. Da noi l’affluenza è cresciuta, e non poco, ed è un grande risultato, oltre che un segnale chiaro.
Continua a leggere…

In corsa verso il 2016, uniti al fianco dei nostri sindaci

coso bis

Il prossimo anno andremo al voto in alcuni Comuni importanti della nostra regione, tra i quali due capoluoghi di provincia, Trieste e Pordenone. Il 2016 sarà un appuntamento cruciale e dovremo essere pronti, consapevoli della tante sfide già vinte in queste due città e determinati ad andare avanti per completare il lavoro svolto nel corso del primo mandato.

Oggi mi soffermo sul primo di questi Comuni in cui, la scorsa settimana, abbiamo dato il via all’avventura in vista del voto, cioè Trieste, e lo farò per tutti i territori impegnati nella prossima tornata elettorale.

Giovedì scorso a Trieste abbiamo presentato il quarto anno di amministrazione della città e si è respirato un bel clima; un’atmosfera di festa e ottimismo, voglia di fare, entusiasmo. Il sindaco Roberto Cosolini, davanti a un folto pubblico, ha raccontato la città, con i suoi tabù vinti e i suoi falsi miti finalmente smascherati; ha disegnato il futuro di un luogo cha ambisce a diventare capitale europea, internazionale, con il suo Porto che guarda al Centro e Nord Europa, e all’Est, diventando motore di sviluppo per tutto il Friuli Venezia Giulia e il Nordest. Con il Porto Vecchio salvato dopo decenni di desolante abbandono: quante occasioni abbiamo perso finora? Quanti giovani avremmo potuto far restare qui a lavorare e a costruirsi un futuro, se qualcuno prima di noi, in dieci anni di governo della città, avesse sbloccato una situazione inimmaginabile probabilmente in qualunque altro posto del mondo? Avere un gioiello dal potenziale illimitato come Porto Vecchio, e sprecarlo per anni, non è una dimenticanza: è una responsabilità politica. Noi, grazie ad una scelta lungimirante e coraggiosa del Partito Democratico e del Governo, abbiamo deciso di provare a rompere i muri, fisici e non, frutto della nostro storia, spesso dolorosa, e ci stiamo riuscendo.

Ecco, a Trieste il Comune, la Provincia e la Regione stanno lavorando in sinergia per dare senso, finalmente, al ruolo della città, alla sua posizione geopolitica, alla sua vocazione europea. Lo hanno ricordato la stessa presidente delle Regione, Debora Serracchini, e la presidente della Provincia, Maria Teresa Bassa Poropat, nei loro interventi durante la serata.

Aprire cantieri è importante, ma non basta: è necessario disegnare l’architettura della città, pensare al progetto che si vuole per essa. E noi lo abbiamo fatto, lo stiamo facendo e continueremo a farlo. Lo faremo con Roberto Cosolini, nel 2016, per portare a compimento il sogno di una città davvero migliore.

E così dovrà continuare ad essere anche a Pordenone e in tutti gli altri comuni che andranno alle amministrative nella primavera del 2016: come Pd abbiamo fatto bene e così dobbiamo continuare a lavorare.

Come Pd abbiamo un compito fondamentale, cioè quello di accompagnare i nostri sindaci in questo percorso, uniti, compatti, convinti delle potenzialità che solo un grande partito come il nostro può avere. All’interno del Pd ci sono sensibilità diverse, teste diverse, persone diverse. E va bene così, anzi, meglio così. Ma l’obiettivo deve essere chiaro, forte, positivo: dire sì ad un paese competitivo, credibile, che non lasci indietro nessuno e che ritorni ad avere quella posizione di leadership in Europa che meritiamo.

 

Antonella Grim

Segretaria regionale Pd Fvg

Provincia di Pordenone: Pd protagonista di una nuova fase

“Costituire la nuova Provincia di Pordenone è stato un percorso completamente nuovo per tutti, difficile e impegnativo, che ha visto il Pd, in particolare il partito provinciale, in prima linea per mesi”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim in merito alla designazione del sindaco di Pordenone Claudio Pedrotti alla presidenza della nuova Provincia.

“A Claudio Pedrotti e al nuovo Consiglio vanno i miei auguri di buon lavoro. A loro – osserva Grim – spetta un compito impegnativo e di transizione verso una fase nuova nel governo del territorio. Ringrazio particolarmente Giuliano Cescutti, segretario provinciale del Pd a Pordenone, per l’impegno profuso in questi mesi – conclude – per la realizzazione di questo importante percorso”.
Continua a leggere…

Province: Grim, chi frena la riforma danneggia i cittadini

“Il pronunciamento del Consiglio di Stato è uno stimolo ad andare avanti con un percorso di riforma nel quale il Pd ha creduto e investito sin dall’inizio e che va portato fino in fondo senza incertezze”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim dopo l’ordinanza emessa dal Consiglio di Stato, che permetterà lo svolgimento delle elezioni di secondo grado degli organi della Provincia di Pordenone.
Continua a leggere…

Al via le 14 Feste democratiche dell’estate

calcetto-circoli“Abbinare confronto politico e divertimento, parlare di riforme e raccogliere le proposte dei cittadini, con un pizzico di leggerezza estiva: è questa la filosofia che accompagnerà anche quest’anno le Feste democratiche in programma per tutta l’estate in Friuli Venezia Giulia. Feste che si aprono con una novità molto divertente, debutto assoluto nelle nostre feste, e gradita soprattutto dai ragazzi: un tornero di calcetto tra i circoli del Pd, domani a Manzano”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim presentando le 14 Feste democratiche in programma in regione, in tutte e quattro le province, questa estate.
Continua a leggere…

Oggi il ministro Poletti nel Pordenonese

Oggi – venerdì 23 maggio – il ministro del Lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti sarà in Friuli Venezia Giulia, nel Pordenonese, per partecipare a una serie di incontri pubblici e iniziative elettorali organizzare dal Pd in vista delle elezioni amministrative ed europee, e per visitare il distretto del mobile.
Continua a leggere…