Sanità: accordo con medici di famiglia lancia la riforma

“L’intesa tra Regione e medici di famiglia segna il punto di partenza vero per il potenziamento dell’assistenza territoriale previsto dalla riforma sanitaria. E’ un grande risultato, che ci permette di partire a pieno ritmo con l’attuazione della riforma”. Lo affermano la segretaria del Pd Fvg Antonella Grim e il responsabile della sanità per il partito regionale, Lorenzo Cociani, dopo la firma dell’accordo tra la Regione e le organizzazioni sindacali dei medici di medicina generale.
Continua a leggere…

No a lezioni sulla Costituzione dall’on. Savino

“Dall’onorevole Savino e dai suoi colleghi forzisti non accettiamo proprio alcuna lezione sulla Costituzione. La smettano di far passare la riforma degli enti locali come un flagello per la nostra democrazia e rimangano attaccati alla realtà”. Lo affermano la segretaria regionale del Pd Antonella Grim e il segretario del Pd di Trieste, Nerio Nesladek, dopo le critiche espresse da alcuni esponenti di Forza Italia alla riforma delle Autonomie.
Continua a leggere…

Enti locali: Grim, avanti con riforma delle Uti

“Dobbiamo mantenere chiaro il punto politico che sta alla base delle Uti: integrare per erogare servizi più efficienti e meno costosi. Sarà difficile, sarà faticoso, ma è necessario”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Antonella Grim in merito alla riforma degli enti locali.
Continua a leggere…

Nostro obiettivo è rafforzare Fvg con le integrazioni

“L’obiettivo più importante è rendere il Fvg una regione più forte e competitiva, valorizzando tutti i territori,  e l’obiettivo si raggiunge rendendo la nostra regione una piattaforma integrata di servizi. In questo senso la città metropolitana non è né uno spauracchio né la salvezza, ma uno strumento da valutare con attenzione e realismo, ma solo nel quadro degli equilibri complessivi della regione”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Antonella Grim, aggiungendo che “governiamo la Regione e dobbiamo farlo al meglio, con lungimiranza e piedi ben piantati a terra”.
Continua a leggere…

Tagli in sanità? Neanche per idea, da noi tagliamo solo liste d’attesa e code al Pronto soccorso

sanità 1

Tanto rumore per nulla. E’ da giorni che la stampa, nazionale e locale, sforna pagine sul tema della sanità. Il connubio tagli-ospedali, lo sappiamo, non va mai fuori moda, ma per fortuna non sempre è veritiero. Come in questo caso.

Diciamolo a gran voce: NON CI SARANNO TAGLI ALLA SANITA’ DEL FRIULI VENEZIA GIULIA. Il nostro sistema sanitario non verrà toccato dalla spending review e i servizi per i cittadini non peggioreranno, anzi, grazie all’applicazione della nostra riforma sanitaria, siamo convinti che miglioreranno.

VERRANNO TAGLIATI GLI SPRECHI, solo quelli, liberando risorse che saranno reinvestite per migliorare l’assistenza e i servizi. Questa è la semplice e chiara verità. Tutto il resto sono le solite strumentalizzazioni quotidiane di Forza Italia, grillini o leghisti di turno. Di fatto noi, con la riorganizzazione del sistema sanitario regionale e il taglio a sprechi e doppioni, siamo stati veri e propri precursori. Con la riforma sanitaria, approvata alcuni mesi fa in Fvg,  abbiamo anticipato quanto si propone di fare il Governo nazionale: risparmiare risorse senza toccare i servizi,  eliminando sprechi e controllando i costi.

Noi – andiamone orgogliosi – lo abbiamo fatto per tempo e stiamo cominciando ad assistere ai primi cambiamenti. La nostra riforma è ambiziosa perché, accanto alla graduale eliminazione degli sprechi, si propone di riorganizzare l’intero sistema dell’assistenza, integrando i servizi sanitari e socio-assistenziali, migliorando la cooperazione tra gli operatori, creando percorsi di cura razionali che permettano una piena presa in carico del paziente, abbattendo quei muri virtuali che determinano frammentazione nell’erogazione dei servizi e disorientano i cittadini. Una riforma che si propone di ricomporre l’offerta, in modo governato ed equo, attorno ai reali bisogni delle persone.

Sapete cosa significa tagliare gli sprechi, i doppioni e le prestazioni inappropriate? Significa tempi di attesa meno lunghi, meno code al pronto soccorso, più soldi da investire dove serve, per assistere le persone più fragili a casa loro, per passare a una gestione pro-attiva della cronicità e garantire la più alta qualità in determinati centri specializzati e ad alta tecnologia di riferimento regionale, nazionale e internazionale.

Per questo non dobbiamo temere dalla spending review lanciata dal Governo. Noi ci siamo attrezzati per tempo e così dobbiamo andare avanti. Il nostro sistema funziona, ciò che ancora non va lo miglioreremo, con il tempo e soprattutto grazie a questa riforma e all’impegno della Giunta regionale, del nostro partito, degli operatori e dei cittadini della nostra regione .

 

Antonella Grim, segretaria regionale Pd Fvg

Lorenzo Cociani, responsabile sanità Pd Fvg

 

Sanità: con riforma Fvg precursore nel miglioramento dei servizi

ospedale

“In sanità possiamo dire di essere veri precursori: la nostra riforma razionalizza con intelligenza le spese e migliora i servizi: è la strada verso un sistema sempre più di qualità e vicino ai cittadini”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Antonella Grim, sottolineando che “stiamo facendo quanto non fatto da chi ci ha preceduti”.

Continua a leggere…

Autonomie: superare localismi per rafforzare governo dei territori

“L’ambizione di rivoluzionare il nostro sistema degli enti locali per rendere il Fvg più moderno ed efficiente deve superare ogni localismo “. Lo afferma la segretaria del Pd Fvg Antonella Grim dopo l’approvazione definitiva in Giunta della mappa delle Uti.

Secondo Grim “il via libera alle Unioni e al ddl sulla Finanza locale segnano il definitivo avvio di un cambiamento radicale dello scheletro sul quale poggia l’organizzazione della nostra regione. Giusto procedere speditamente e senza tentennamenti: fare il bene dei territori non significa rimettere continuamente il progetto in discussione, ma – continua – significa avere la corretta visione d’insieme e dare agli amministratori velocemente strumenti nuovi e migliori per governare”.
Continua a leggere…

Grim: la riforma della scuola investe e assume, è un dato di fatto

“La Buona scuola non taglia nulla, ma assume e investe. L’immissione in ruolo di 100.700 docenti precari a partire da settembre è una grande novità nel panorama scolastico italiano, dopo anni di tagli selvaggi agli organici: è finalmente il segno tangibile di un interesse vero per la scuola”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Antonella Grim, sottolineando che “stabilizzare gli insegnanti significa dare un futuro certo a migliaia di lavoratori e garantire la continuità didattica per gli studenti”.
Continua a leggere…