In Legge Stabilità debiti senza visione

Shaurli: Vogliono una regione della paura


Da Bankitalia arrivano dati macroeconomici sempre più preoccupanti, per il Paese e quindi per la nostra regione. E mentre a Roma non si conoscono ancora i numeri reali della manovra e cosa conterrà, a Trieste passa una finanziaria che taglia lo sviluppo, le attività produttive e il lavoro: si torna indietro su tutta la linea”. E’ il commento del segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli al ddl di Stabilità regionale in corso di approvazione nel Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia.

Per Shaurli “la manovra del centrodestra contiene una spolverata di welfare discriminatorio, che nega servizi non solo ai migranti ma si accanisce anche contro gli stranieri residenti che lavorano e pagano le tasse nel nostro territorio. In più, una maxi-iniezione di quasi 15 milioni di euro per sistemi di sicurezza, telecamere private e pubbliche, ronde e vigilanze private in una regione di 1,2 ml di abitanti”.

Una regione della paura che – aggiunge Shaurli – nonostante i 300 milioni di nuovi debiti non ha proposto una visione di crescita, senza una prospettiva su logistica, manifattura e ruolo internazionale: questa è la sintesi della finanziaria del centrodestra. E questa è la risposta che Fedriga e la sua maggioranza danno alle famiglie e ai tanti imprenditori piccoli e grandi che in particolare al Nord chiedono certezze, infrastrutture, investimenti”.