17 Dicembre 2018

Anche in Fvg il M5S abbraccia la Lega

Shaurli: “M5S complici dell’aumento di costi politica”

 
“In Friuli Venezia Giulia i 5Stelle non resistono a gettarsi tra le braccia della Lega di Salvini e Fedriga. Il movimento che diceva di portare il nuovo regge il moccolo al centrodestra, in preda a un lugubre “cupio dissolvi'”. Così il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, dopo che il gruppo consiliare dei 5Stelle si è astenuto ed ha dichiarato di non essere abituato a “vedere tante loro proposte accolte in finanziaria”.
Per il segretario dem “è stupefacente veder i grillini sprizzare soddisfazione per alcuni ordini del giorno accolti sui 120 presentati o addirittura sentirli plaudire alla proroga ai tagli dei vitalizi degli ex consiglieri regionali, quando questa maggioranza in 7 mesi  ancora non è stata in grado di presentare una norma definitiva che bastava copiare dal loro Fico”.
 
“I 5Stelle toccano vertici di assurdo quando magnificano l’attenzione alla riqualificazione energetica dei nostri edifici o alle moto elettriche,  mentre invece non si rifinanziano a sufficienza  nemmeno le bici elettriche. Per non dire come passano sotto silenzio le regole discriminatorie che si applicano anche alle persone in estrema povertà”.
 
“E’ ormai evidente che il M5S è una succursale della Lega anche nelle idee e nelle proposte. Nemmeno sui costi della politica dicono più una parola: 10 assessori esterni, portavoce e dirigenti esterni a spese dei nostri cittadini passati con il loro silenzio complice. Il carro del vincitore al nord sembra essere uno solo ed il M5 ci è salito con entrambi i piedi”.
 
“L’aspetto positivo della metamorfosi grillina è che fa chiarezza: Lega e M5S sono i due volti della stessa politica, quella che sta facendo a pezzi il nostro Paese. L’alternativa va costruita da subito per arginare la devastazione della nostra economia e della nostra democrazia”.
In primo piano