19 Dicembre 2018

Fedriga gioca sulla pelle dei sindaci

Shaurli: “Forza Italia e Progetto FVG messi nell’angolo”

Con il ritiro degli emendamenti per il terzo mandato ai sindaci sotto i tremila abitanti si consuma l’ennesimo svilimento del Consiglio regionale. I consiglieri di Forza Italia e Progetto FVG piegano il capo al cenno di Fedriga e con la coda fra le gambe nemmeno pongono la questione in Aula”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando l’esito della discussione sul ddl 32 sul riordino del sistema Regione – Autonomie locali, e in particolare il ritiro degli emendamenti che avrebbero consentito alla nostra Regione di conformarsi alla Legge Del Rio.

“Per l’ennesima volta si rinviano i problemi anziché risolverli e in questo caso – sottolinea Shaurli – si gioca sulla pelle dei nostri sindaci che a pochi mesi dal voto non possono ancora sapere cosa vuol fare il centrodestra, se saranno rieleggibili o no. Di questo si dica grazie a Fedriga, che ha messo nell’angolo, senza molto fatica a dire il vero, Forza Italia e Progetto FVG e che ha deciso che solo e forse il prossimo anno si parlerà di questo argomento”.

Per il segretario dem, “Fedriga e la Lega con l’ennesimo complice silenzio del restante centrodestra non si fanno scrupolo di gettare nell’incertezza i sindaci in vista delle prossime elezioni del 2019. Dal momento che si vota ad aprile, l’urgenza di discutere c’era tutta, ma ai veri padroni del potere è sembrato più urgente proporre un nuovo CdA per l’Ausir, ritirato solo grazie alla nostra contrarietà, per continuare la spartizione delle poltrone”.

In primo piano