Al via il percorso congressuale regionale Pd Fvg

Territori si confrontano con candidato unico Shaurli

Cristiano Shaurli

Parte il 9 novembre il roadshow sui territori di Cristiano Shaurli, candidato unico alla segreteria regionale del Partito democratico del Friuli Venezia Giulia. L’appuntamento con il via al percorso congressuale regionale è infatti per il 9 novembre a Ronchi dei Legionari, alle 18:00 presso la Sala polifunzionale di via Duca d’Aosta 3/5, dove Shaurli presenterà le linee programmatiche della sua segreteria. Nella stessa occasione, anche il candidato segretario del partito provinciale di Gorizia Diego Moretti illustrerà i punti caratterizzanti del suo mandato.

Per quanto riguarda il congresso regionale, dal 13 al 30 novembre si terrà una serie di riunioni territoriali per permettere agli iscritti ai circoli Pd di confrontarsi con il candidato segretario sul suo documento programmatico.

Il Piccolo del 9.11.18, ed. di Monfalcone, annuncia il via del congresso regionale e provinciale dell’Isonbtino

Questo il calendario di massima degli incontri, che saranno successivamente comunicati singolarmente e in dettaglio: mercoledì 14: UTI Collinare-San Daniele; giovedì 15: area Carso-Muggia; venerdì 16: UTI Agro Aquileiese; sabato 17: UTI Medio Friuli – Codroipo; lunedì 19: Pedemontana pordenonese-Spilimbergo; martedì 20: UTI Riviera Bassa Friulana–Latisana; mercoledì 21: Isontino–Gorizia; giovedì 22: UTI Noncello–Pordenone; venerdì 23: Trieste città; lunedì 26: Alto Friuli; martedì 27: UTI Tagliamento (salvo Spilimbergo) – San Vito al Tagliamento; mercoledì 28: UTI Livenza Cansiglio–Sacile; giovedì 29: UTI Friuli centrale–Udine; venerdì 30: UTI Natisone e Torre-Cividale.

Durante le riunioni, alla presenza del candidato segretario e di un componente della Commissione congressuale regionale di garanzia, gli iscritti avranno la possibilità di presentare emendamenti per arricchire o comunque modificare il documento programmatico del candidato. Ciascun emendamento, sostenuto da almeno cinque iscritti verrà votato dall’assemblea in cui è stato presentato.

Successivamente, gli emendamenti approvati per il loro eventuale inserimento nel testo saranno sottoposti al voto finale dell’assemblea regionale che, in tal modo, approverà il documento programmatico definitivo.