Grim: non ci servono lezioni di legalità da on. Savino

“Prendiamo atto che oggi in regione c’è  un nuovo difensore della morale pubblica, ma le chiediamo di non fare la lezione al PD. Perché in materia di legalità, a partire dalle norme anticorruzione che il partito di Savino non voleva, non ci servono maestri ne’ maestrine”. Lo afferma la segretaria regionale del Pd Antonella Grim replicando alle accuse dell’on. Sandra Savino (FI) in merito all’incompatibilità del consigliere Enzo Marsilio.

“Quando l’attuale parlamentare forzista sedeva sui banchi della Giunta Tondo – continua Grim – i suoi colleghi consiglieri stavano in gelateria o in salumeria a spese dei contribuenti, e non si ricordano note sdegnate di Savino, la quale muta rimase anche di fronte al caso Mazzolini.

“Le cause dell’incompatibilità, come spiegato ieri dal consigliere Marsilio, sono state rimosse. Ora dare fiducia alla giunta per le elezioni e attendere il suo giudizio prima di parlare è l’unico atteggiamento serio e responsabile, ed è – conclude – l’atteggiamento del Partito Democratico.