Stato-Regione: Grim, Colautti non si agiti, finanze sono al sicuro

“Il consigliere Colautti non si agiti: sulla finanza pubblica non ci sono né menzogne né colpi di mano. La presidente Serracchiani e la Giunta hanno agito correttamente dal punto di vista istituzionale.” Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg, Antonella Grim, replicando alle critiche del consigliere di Ap Alessandro Colautti, che accusa la presidente Serracchiani di comportamento “gravissimo”, di scarsa chiarezza nei confronti dell’Aula e di aver permesso che il Patto fiscale venisse “declassato” con un emendamento del Governo.

 
Secondo Grim “il Patto finanziario con lo Stato non è stato catapultato dal nulla in piazza Oberdan come un pacco dono natalizio, ma è il frutto di un lavoro sulla materia che si sta portando avanti da lungo tempo in Friuli Venezia Giulia: è la giusta prosecuzione di quanto realizzato in questi anni, per togliere la regione dalla morsa del Tondo-Tremonti. Rappresenta inoltre la base di negoziazione con Roma in tema di finanza pubblica e compartecipazioni, che non si esaurisce di certo qui”. 
 
“Capiamo che la campagna elettorale sia ai blocchi di partenza – osserva Grim – ma invitiamo tutti a rimanere nell’alveo della ragionevolezza, evitando scenari catastrofici e tesi complottistiche che sono davvero fantasiose. Le finanze del Fvg sono al sicuro, non rischiamo collassi finanziari né blocchi dei servizi. Anzi – precisa Grim – è proprio grazie al lavoro svolto in questi anni dalla Giunta e dalla maggioranza di centrosinistra che possiamo dire di aver messo al sicuro i nostri soldi e i nostri servizi”.