Le scelte della Lega sulla pelle di mamme e bambini

Shaurli: Fedriga chiude il punto nascita di Palmanova e giustifica con falsità

Fedriga finalmente prende in mano la sanità e lo fa imponendo esigenze e scelte della Lega sulla pelle di mamme e bambini. Sommando una caterva di falsità a giustificazione delle sue decisioni: i tecnici gli hanno detto che era a rischio il livello di sicurezza a Palmanova con quasi 800 parti all’anno? Quindi chiuderà anche Monfalcone? Ci spiegherà perché Latisana e come sarà più sicura, e che avrà numeri più importanti? Vorrei sperare che su questo abbia ragione.

L’unica cosa vera, concreta e tragica è che si chiude un punto nascita in una legge Omnibus che parla di funghi e filiere suine. Il coraggio di Fedriga è talmente straordinario che invece di farlo in Giunta lo fa fare al Consiglio Regionale, perché ha dei consiglieri regionali talmente “svegli” che si assumeranno al posto suo responsabilità di vite umane, eventuali danni erariali e ricorsi.

Da Riccardi solo fiumi di parole

Shaurli: guarda con sospetto i professionisti che non si inchinano

“Riccardi versa fiumi di parole per l’ennesima volta senza dire nulla. Dopo oltre un anno da assessore non si è capito, se esiste, il nuovo disegno della sanità regionale, non si è capito cosa intende fare e come”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, in merito alle dichiarazioni dell’assessore regionale alla Salute Riccardo Riccardi, rese in due fitte pagine del Messaggero Veneto

“Che la sanità sia importante e le scelte siano difficili – continua il segretario dem – lo sappiamo tutti, che serva professionalità e qualità sulle patologie più gravi e che questo non si possa fare dappertutto lo sosteniamo da anni. Che le liste d’attesa sono ancora da tagliare e che la rete oncologica è ancora da fare, è cosa visibile a tutti. Non è una novità nemmeno che Riccardi guardi con sospetto, diciamo così, i professionisti che non s’inchinano al suo passaggio”.

“Restiamo in attesa dei prossimi passi di Riccardi e di Fedriga, auspicando non inutili soliloqui ma – precisa Shaurli – uno straccio di proposta concreta, un’assunzione di responsabilità per come viene o non viene impiegata la metà del bilancio regionale, e per come vengono date risposte ai bisogni di salute e e di qualità della vita dei cittadini del Friuli Venezia Giulia”.

Il Pd a Palmanova c’era

Shaurli: prima la salute di mamme e bambini.bambini. Santoro: sindaci valore del territorio

“La presenza del Pd a Palmanova è doverosa. Questa manifestazione è una pacifica protesta di cittadini preoccupati e arrabbiati per l’atteggiamento poco chiaro della Giunta regionale. Non è campanilismo, non è guerra fra territori: qui sono venute centinaia di persone comuni, ma anche sindaci e consiglieri regionali di tutte le forze politiche, a esprimere in modo assolutamente trasversale la loro preoccupazione per gli atteggiamenti della giunta Fedriga“. Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, che oggi a Palmanova (Udine) ha partecipato a una manifestazione in difesa dell’ospedale e del punto nascita, dove sono state stimate presenti circa duemila persone, tra cui ventitré sindaci del territorio.

Il giorno dopo, sui giornali regionali


Continua a leggere…

Riccardi a Gemona attua riforma Pd

Serracchiani: dopo che per anni ha criticato…

“Non si può che guardare con soddisfazione agli annunci dell’assessore Riccardi, che a Gemona prosegue e attua quanto previsto dalla riforma della sanità approvata nel 2014. Infatti nel polo di Gemona è stata prevista dalla nostra riforma una serie di attività sanitarie specifiche per un’utenza non solo locale, in particolare abbiamo potenziato notevolmente l’attività di cardiologia raddoppiando l’offerta di visite cardiologiche e avviato la degenza di riabilitazione all’interno della struttura polifunzionale. E questi sono in sostanza gli stessi concetti espressi da Riccardi a sindaci e comitati”. Lo afferma la deputata Debora Serracchiani, commentando le parole dell’assessore regionale alla salute Riccardo Riccardi, il quale a Gemona (Udine) ha detto che la Giunta ha “voluto mettere in sicurezza il futuro del nosocomio individuando a Gemona un centro di riferimento riabilitativo”.


Continua a leggere…

Sanità: ok sicurezza mamme e bambini

Shaurli: ascoltare le competenze per migliorare i servizi. Trevisan: centrodestra non parte dalle ‘macerie’ strumentalmente denunciate

“E’ una buona notizia sapere dall’assessore Riccardi che le decisioni sui punti nascita non saranno prese in base a calcoli politici, ma che conterà ‘solo la sicurezza di mamme e bambini’. Questo criterio toglie dal tavolo elementi che per anni hanno inquinato il dibattito e il confronto sulla sanità regionale. Professionisti e operatori della sanità sono i primi a doversi pronunciare, senza essere strattonati da politici e campanili. Ascoltare le competenze è l’unico modo per migliorare i servizi ai cittadini”. Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando le parole dell’assessore alla Salute Riccardo Riccardi, il quale ha annunciato che “la decisione sull’assetto dei punti nascita degli ospedali di Palmanova e Latisana sarà presa entro breve tempo” dando priorità alla “sicurezza di mamme e bambini”.

Questa Giunta regionale, se vuole migliorare la sanità della nostra regione ha già ampie indicazioni su dove agire, vedremo quando e come lo farà. Intanto – osserva ilresponsabile Sanità del Pd Fvg Roberto Trevisan   – il centrodestra parte da un livello decisamente buono, non certo dalle famose ‘macerie’ strumentalmente denunciate.


Continua a leggere…

Mutui casa: italiani pagano di più

Serracchiani: ad aprile i tassi crescono a quota 2,26% da 2,17% di marzo

“Nell’elenco dei disastri economici del ‘governo del cambiamento’ e dei conseguenti maggiori costi scaricati sui cittadini va definitivamente aggiunto anche quello dei mutui per la casa. A segnalare questa tendenza negativa è oggi la Banca d’Italia, che avverte come ad aprile i tassi per ottenere un finanziamento per l’acquisto di una abitazione abbiano raggiunto quota 2,26%, era 2,17% a marzo. Stessa tendenza per i tassi di interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie saliti sempre ad aprile all’1,46%, dall’1,42% del mese precedente. Dove sono adesso quelli del ritornello ‘non c’è alcuna relazione fra lo spread e i tassi di interesse dei mutui della casa’? Dove sono i pifferai dei Di Maio e dei Salvini che cantavano le lodi dei benefici di questo esecutivo per gli italiani? Il ‘prima gli italiani’ si è ormai trasformato in ‘prima pagano gli italiani'”. Cosi’ Debora Serracchiani, capogruppo Dem in commissione Lavoro della Camera.

Obiettivo: Trieste e Pordenone nel 2021

Shaurli: destra Fvg sa che meno fa meno rischia consenso

“La scadenza è già il 2021, perché se siamo credibili e forti nelle amministrative del 2021, se riusciamo a vincere Trieste e Pordenone gettiamo le basi per vincere la Regione nel 2023: è un lavoro da iniziare subito perché l’obiettivo è quello. Dobbiamo continuare un’opposizione sempre più forte e incalzante e aggiungervi sempre più la fase dell’elaborazione e della nostra proposta politica”. E’ il traguardo indicato oggi a Udine dal segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, alla riunione dell’assemblea del partito.

Svolgendo un’analisi del risultato delle europee e delle amministrative, Shaurli ha ribadito che “il risultato è positivo: segniamo un incremento del Pd sia in termini percentuali sia in voti assoluti che ci colloca al vertice del nord est e tra i migliori di tutto il nord ma – ha precisato – non c’è niente da festeggiare: ora inizia il vero lavoro per tutti noi, per la segreteria nazionale e regionale, per tutti i militanti. I ‘soloni’ della politica prevedevano la scomparsa del Pd ma noi ci siamo, cresciamo e abbiamo consolidato la nostra posizione. Ora dobbiamo costruire la vera alternativa a questa estrema destra a trazione leghista, per il bene del Paese e del Friuli Venezia Giulia”.


Continua a leggere…

Roberti smentito su calo migranti

Famulari: sono usciti i numeri che anche Salvini nascondeva

“Dopo che ci ha continuato a raccontare la favola che a Trieste la Lega aveva praticamente spazzato via i migranti, Roberti oggi faccia i conti con quei numeri che non ha mai voluto dare, che lo stesso Salvini si è tenuto nascosto. A Trieste i migranti sono cresciuti e anche di parecchio”. Lo afferma la segretaria del Pd provinciale del capoluogo giuliano Laura Famulari, commentando i dati del Report statistico sul sistema dell’accoglienza presentato oggi dai soggetti impegnati nel settore.

“Noi, che abbiamo lasciato una città con centinaia di migranti in meno – spiega Famulari – sono almeno due anni che stiamo dicendo che sarebbe accaduto questo fenomeno e, invece di prepararsi adeguatamente, Comune e Regione hanno messo la testa sotto la sabbia. Forse erano troppo impegnati a pugnalarsi tra pezzi di maggioranza per occuparsi di governare”.

“Per fortuna il tessuto associativo e di volontariato laico e religioso di Trieste – aggiunge la segretaria dem – è straordinario e ha molto attutito l’aumento delle presenze. Siamo di fronte alla prova indiscutibile che l’accoglienza diffusa è il metodo migliore per gestire razionalmente gruppi di richiedenti asilo con minimo impatto sociale. Forse è proprio per questo che Roberti e Fedriga non lo vogliono, perché – conclude – a loro serve aumentare il disagio sociale”.

Riccardi non risolve problemi e scarica barile

Serracchiani: i risultati stanno parlando chiaro

“Ancora una volta trova conferma una consolidata abitudine dell’assessore Riccardi e di tutta la compagine di governo, a Roma come in Regione,e cioè quella di scaricare su altri responsabilità per problemi che non riescono a risolvere. Perché attribuire i problemi della Sores a ‘decisioni inopportune’ prese dalla Giunta che ho avuto l’onore di guidare, significa precisamente fare lo scaricabarile”. Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, già presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, replicando all’assessore regionale alla Sanità Riccardo Riccardi, il quale in merito al funzionamento della Sala operativa regionale emergenza sanitaria (Sores) ha sostenuto che “nella precedente legislatura sono state prese delle decisioni quantomeno inopportune al fine di ottenere un risultato prima che terminasse il mandato”.


Continua a leggere…

FVG Gay Pride per diritti e tolleranza

Shaurli: il Pd aderisce al FvgPride di sabato 8 giugno a Trieste

“Affermare i diritti di gay e lesbiche non è un giochino per élite radical-chic o una carnevalata, come da destra ripetono in molti. Per noi significa dire che nessuno, mai e per nessuna ragione, dovrebbe subire violenza psicologica o fisica a causa delle proprie inclinazioni sessuali. E invece accade ancora: un abbraccio a Melania e Chris, pestate a sangue a Londra perché si vogliono bene”.

Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg, Cristiano Shaurli, in vista del FvgPride che si terrà a Trieste il prossimo 8 giugno, annunciando che “il Pd Fvg aderisce al Fvgpride, una manifestazione che siamo sicuri sarà una grande festa dei diritti, che riaffermerà i valori di tolleranza e rispetto propri dell’Italia e del Fvg”.

“Siamo orgogliosi – afferma Shaurli – di aver contribuito, come partito, ad alcune conquiste in tema dei diritti, ma sappiamo che c’è ancora strada da fare. Il prossimo sabato saremo accanto a chi afferma pacificamente la libertà di vivere la propria affettività. Ci sarà spazio per tutti e non saremo contro nessuno“.