Hanno “riformato” Riccardi non la sanita’

E l’Agenzia di stampa della Regione fa reclame al segretario della Lega Fvg

 

 

 

 

 

 

 

 

Per giudicare vanno ricordate poche cose: l’Agenzia regionale della sanità e la conferenza dei sindaci, quella detta di Codroipo, furono cancellate dalla giuntaTondo-Riccardi nella legislatura 2008-13;dopo aver ricevuto da esperti, sindacati e operatori il niet sulla divisione ospedale-territorio, che è stato il suo mantra per anni, Riccardi è costretto a richiamare in vita quanto aveva cancellatoQuesta sarà davvero ricordata come la ‘riforma’ di Riccardi, ma solo perché la sua concezione è stata ribaltata in toto”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Salvatore Spitaleri, commentando il ddl di riforma della sanità regionale, approvato oggi dalla Giunta del Friuli Venezia Giulia.


Continua a leggere…

Serracchiani, estendere operatività Finest alla Cina

“Sostenere fin dall’avvio l’internazionalizzazione delle PMI”

“In un momento storico che vede l’apertura di nuovi e importanti mercati per la nostra regione, bisogna fare attenzione a non snaturare i soggetti che possono accompagnare l’internazionalizzazione delle imprese, come è nella missione di Finest. L’operatività di Finest sia estesa alla Cina”. Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, commentando notizie di stampa in base alle quali sarebbe in corso un’iniziativa della Regione Veneto intesa a modificare l’oggetto societario di Finest Spa, società sorta nel 1991 con legge dello Stato per favorire l’internazionalizzazione delle imprese del Nordest italiano, partecipata dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dalla Regione Veneto edalla Provincia Autonoma di Trento.

Riferendosi a una lettera inviata dal vicepresidente del Veneto con delega al Patrimonio Gianluca Forcolin al presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, in cui si propone di chiedere al Governo che l’operatività di Finest sia orientata a sostenere le imprese del territorio, Serracchiani rileva che “innovare la mission di Finest non è idea di oggi, ma bisogna fare in modo da evitare che si creino sovrapposizioni inutili, ad esempio con l’attività di Friulia, che peraltro controlla Finest, e che i nuovi indirizzi finiscano per andare a scapito del territorio regionale”.

Per Serracchiani “il sostegno alla proiezione internazionale delle nostre imprese non deve essere in alcun modo scambiata per incentivo alla delocalizzazione. Ma una parte irrinunciabile della nostra vocazione geopolitica ed economica è la penetrazione in mercati che sono in piena espansione e che dimostrano interesse verso i nostri asset, come sta accadendo con la Belt and Road Initiative. E su questa linea – conclude – si dovrebbe chiedere al Governo di intervenire, con particolare riguardo alle Pmi e alle loro necessità iniziali”.

Spitaleri, il macigno sanità sulla Giunta Fedriga

“Il presidente della Regione non intimidisca la stampa”

“Abbiamo indicato la contraddizione che pesa sulla Giunta Fedriga come un macigno, e ovviamente questo ha creato un terremoto nella maggioranza. Abbiamo mostrato che il re è nudo: la controriforma sanitaria del centrodestra non è in rottura con la nostra. A reti unificate senza possibilità di replica proveranno a raccontare un’altra storia, ma più si agitano più ci danno ragione. E dicano quello che vogliono perché i fatti restano: Riccardi, Forza Italia e chi gli è andato dietro avevano torto e le loro critiche feroci erano strumentali”. Così il segretario regionale del Pd Fvg Salvatore Spitaleri, commentando le polemiche sulla sanità regionale che hanno acceso il dibattito politico nelle ultime ore.

“Ci stiamo facendo una ragione del fatto che nei Palazzi vanno di moda le frottole a mitraglia, ma – ha aggiunto Spitaleri – al presidente Fedriga chiediamo almeno di non prendere di mira la stampa, che lui ha il potere di intimidire”.

Rojc, inquietante Salvini con mitra in mano

“Testimone di una cultura della violenza”

“Il ministro Salvini dà un esempio inquietante esibendosi a maneggiare armi davanti ai fotografi“. Lo afferma la senatrice Tatjana Rojc, membro della commissione Difesa a Palazzo Madama, commentando le immagini che ritraggono il ministro dell’Interno Matteo Salvini mentre imbraccia una mitraglietta, durante la cerimonia per il 40° anniversario dei Nocs, il nucleo operativo centrale di sicurezza.


Continua a leggere…

Spitaleri, cambiare assessore alla Sanità

“Non ci sono le macerie, l’operazione della controriforma è una cosmesi”

“Dopo cinque anni d’opposizione in cui ha ribadito che bisognava dividere ospedale e territorio, l’assessore Riccardi è stato smentito dal presidente Fedriga, dalla sua maggioranza e da quasi tutti gli operatori in tutti gli incontri. Ecco perché non può essere Riccardi l’assessore che scrive la riforma, quello che la attua, quello che controlla, quello che fa le nomine”. Lo ha detto oggi a Trieste il segretario regionale del Pd Salvatore Spitaleri, nel corso di una conferenza stampa dedicata alla riforma della sanità in Friuli Venezia Giulia.


Continua a leggere…

Il centrodestra ci dà ragione sulla sanità

Per anni hanno detto che avevamo sbagliato tutto

Riccardo Riccardi e Debora Serracchiani

“Per anni hanno detto che avevamo sbagliato tutto e adesso riconoscono che gran parte del nostro lavoro è stato buono e va conservato. Il nostro modello di riforma si è imposto con la forza della ragionevolezza”. Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, già presidente della Regione, in merito a quanto emerso dalla riunione di ieri sera tra il governatore del Fvg Massimiliano Fedriga, l’assessore alla Salute Riccardo Riccardi e i consiglieri della maggioranza di centrodestra.

Per Serracchiani “la maggioranza e la Giunta hanno capito la bontà della riforma impostata del centrosinistra: il mantenimento dell’integrazione tra ospedale, università e territorio è un punto fermo dal quale non si può tornare indietro”.

“E’ un’impostazione che ci ha visto regione apripista rispetto al Veneto e alla Lombardia che – puntualizza Serracchiani – certo non erano governate dal centrosinistra e che hanno fatto le loro riforme dopo di noi. Non possiamo dimenticare i lunghi cinque anni in cui siamo stati sottoposti ad attacchi beceri, ma ora che Riccardi ha in mano il bastone del comando forse capirà cosa significa tenere assieme bisogni e istanze dei territori“, conclude.

Spitaleri, appello per congresso regionale unitario Pd Fvg

“Ascoltiamo il grido di Piazza del Popolo”

Il segretario regionale del Pd del Friuli Venezia Giulia, Salvatore Spitaleri

“Dobbiamo ascoltare il grido che si è levato domenica scorsa da Piazza del Popolo: ai dirigenti del partito la nostra gente chiede unità, un bene prezioso che dobbiamo costruire lealmente e senza paura. Solo uniti potremo far fronte all’emergenza della destra spavalda e pasticciona che governa la regione. Per questo chiedo al Pd del Friuli Venezia Giulia lo sforzo di trovare una soluzione unitaria per il congresso regionale”. Così il segretario del Pd Fvg Salvatore Spitaleri, in una nota alla segreteria del partito, resa pubblica oggi.


Continua a leggere…

Febbre del Nilo: Serracchiani, Grillo riferisca in Parlamento

Il Ministro illustri gli interventi che intende attuare

La deputata dem, Debora Serracchiani ha chiesto al ministro della Salute, Giulia Grillo, di riferire in Parlamento con urgenza sugli interventi che intende mettere in atto per far fronte alla Febbre del Nilo.

“La cosiddetta ‘febbre del Nilo’ – ha spiegato Serracchiani – è una epidemia che sta colpendo alcune aree del nostro Paese, in particolare il Veneto, dove sono stati gia’ accertati oltre 160 casi e nella regione Friuli Venezia Giulia, dove i casi di contagio sono ormai 27, e siamo ahime’ alla terza vittima. La febbre del Nilo inoltre, si accompagna a un’altra epidemia per noi altrettanto importante che ha colpito in particolare la regione Lombardia e che riguarda alcuni casi di legionella, che poi hanno determinato anche la morte per complicazioni di alcune persone”.


Continua a leggere…

Sanità: rafforzare continuità assistenziale sul territorio

Ospedale e assitenza territoriale restino uniti

L’assessore regionale alla Salute Riccardo Riccardi

Ci hanno spiegato che abbiamo sbagliato tutto e che ci avrebbero pensato loro a raddrizzare la sanità. La verità è che non sanno dove mettere le mani e rischiano di rovinare anche quello che funziona. Tra modelli astratti, ipotesi sagge e blocco delle aziende, i “controriformatori” sono fermi e i servizi ai cittadini non possono che peggiorare. Per noi è fondamentale che ospedale e assitenza territoriale restino uniti.

Per accontentare i potenti e moltiplicare i posti, mettono in discussione un punto irrinunciabile della sanità moderna: la continuità dei servizi di assistenza sul territorio. Invece è necessario rafforzare questa continuità assistenziale sul territorio, perché le criticità più forti si riscontrano proprio nel passaggio alla post-acuzie, soprattutto con l’aumento della longevità e i problemi ad essa correlati

Lo ha affermato il segretario regionale del Pd Salvatore Spitaleri, commentando quanto reso noto dall’assessore alla Salute Riccardo Riccardi rispondendo in Consiglio regionale a una Interrogazione a risposta immediata riguardo l’impatto sul Sistema sanitario regionale (Ssr) del nuovo tariffario deliberato dalla Giunta regionale.


Continua a leggere…

La Lega proibisce i giornali sgraditi

Cisint censura Manifesto e Avvenire

Rojc e Serracchiani interrogano il premier Conte

“La decisione della sindaca leghista di Monfalcone di tagliare dai giornali disponibili presso la Biblioteca Comunale “Il Manifesto” e “Avvenire” è deplorevole e arbitraria, figlia di un clima sempre più pesante nei confronti della libertà di stampa e della pluralità dell’informazione che non possiamo tacere né sottovalutare. Pertanto abbiamo deciso di presentare immediatamente al Presidente del Consiglio Conte una interrogazione alla Camera e al Senato nella quale chiediamo di sapere sulla base di quali disposizioni è stato impedito ai cittadini di Monfalcone di poter usufruire delle due testate il cui abbonamento è stato sottoscritto come atto di donazione da parte dei cittadini al proprio comune”. Così le parlamentari del Pd, Debora Serracchiani e Tatjana Rojc.


Continua a leggere…