No a nuovi carrozzoni, no a nuove province

Shaurli: si tolgono risorse ai Comuni

Assoluta contrarietà alla reintroduzione di Province elettive, nuovi carrozzoni con tanto di presidenti, assessori, consiglieri e fondi dedicati al loro funzionamento, come è passato nella finanziaria regionale. Così si tolgono direttamente risorse ai nostri Comuni”. Il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli rende noto quanto deliberato dalla Direzione regionale del partito, che si è riunita ieri a Udine per la prima volta dopo il rinnovo degli organi.


Continua a leggere…

Anche in Fvg il M5S abbraccia la Lega

Shaurli: “M5S complici dell’aumento di costi politica”

 
“In Friuli Venezia Giulia i 5Stelle non resistono a gettarsi tra le braccia della Lega di Salvini e Fedriga. Il movimento che diceva di portare il nuovo regge il moccolo al centrodestra, in preda a un lugubre “cupio dissolvi'”. Così il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, dopo che il gruppo consiliare dei 5Stelle si è astenuto ed ha dichiarato di non essere abituato a “vedere tante loro proposte accolte in finanziaria”.


Continua a leggere…

Manovra: Rojc, presentato emendamento per dare 5 milioni a Porto Vecchio di Trieste

“Per dare impulso alla riqualificazione di Porto Vecchio occorre mettere carburante nel motore, e con 5 milioni di euro il Comune di Trieste potrebbe provvedere da subito a mettere in funzione la prevista società di gestione, che dovrà curare la trasformazione, valorizzazione dell’area sdemanializzata che ormai è città”. Lo ha affermato la senatrice Tatjana Rojc (Pd), annunciando la presentazione di un emendamento alla Legge di bilancio, attualmente in discussione a Palazzo Madama. Nel testo dell’emendamento si legge: “Al fine di garantire il completo finanziamento dei progetti selezionati nell’ambito del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana, di cui all’articolo 1, comma 140, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 è concesso, per l’anno 2019, un contributo straordinario di 5 milioni di euro da destinare al completamento dei lavori di riqualificazioni dell’Area ‘Porto Vecchio’ del comune di Trieste”.

“Con la restituzione alla città dell’area di Porto Vecchio – spiega Rojc – si è rotto uno stallo durato troppo a lungo, mentre i 50 milioni stanziati dall’allora ministro Franceschini sono stati un fondamentale starter per permettere di passare al momento del ‘fare’. Ma l’area è oggettivamente enorme e differenziata nelle sue possibilità, come ha indicato lo stesso comune di Trieste, e dunque sulle linee di indirizzo essenziali sarà necessario lavorare ancora, coinvolgere e fare sinergie. La sfida sarà vincente se la progettazione sarà fatta in base a una visione d’insieme di Porto Vecchio in relazione al resto della città, alle prospettive di sviluppo in senso generale ed economico in senso più proprio. Per traguardare questo obiettivo, favorire il coinvolgimento di altri soggetti pubblici o privati e attrarre investimenti, cinque milioni sono una posta adeguata e soprattutto – conclude la senatrice – destinata a ripagarsi da sola”.

In Legge Stabilità debiti senza visione

Shaurli: Vogliono una regione della paura


Da Bankitalia arrivano dati macroeconomici sempre più preoccupanti, per il Paese e quindi per la nostra regione. E mentre a Roma non si conoscono ancora i numeri reali della manovra e cosa conterrà, a Trieste passa una finanziaria che taglia lo sviluppo, le attività produttive e il lavoro: si torna indietro su tutta la linea”. E’ il commento del segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli al ddl di Stabilità regionale in corso di approvazione nel Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia.


Continua a leggere…

Riccardi ammette che nostra Sanità è eccellenza

Shaurli: “Nella ‘riforma’ Riccardi zero su politiche sanitarie”

“Spesa sanitaria è questione epocale”

“Finalmente Riccardi ammette a chiare lettere che la nostra sanità è un’eccellenza. Confidiamo che presto riconoscerà che l’aumento della spesa sanitaria è una questione epocale con cui deve confrontarsi anche lui, e non un capriccio di chi c’era prima. Finalmente la Giunta Fedriga pare iniziare a capire che le riforme non si fanno per divertimento ma per affrontare criticità anche di tenuta economica, con l’obiettivo di migliorare i livelli di cura e servizi al cittadino”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, replicando all’assessore regionale alla Sanità Riccardo Riccardi, il quale ha dichiarato che “tra il 2017 e il 2018 il Friuli Venezia Giulia ha contributo con 11 esperienze all’anagrafe delle buone pratiche nazionale” ma evidenziando anche l’aumento della spesa ospedaliera dal 2016 al 2017.


Continua a leggere…

Vitalizi: ora tocca a Fedriga

Shaurli: “il Pd ha abolito i vitalizi dalla scorsa legislatura”

“Il Pd ha abolito i vitalizi dalla scorsa legislatura e tagliato quelli in godimento, ora tocca a Fedriga dimostrare di avere la forza di abbattere i costi della politica, anche se finora ha fatto esattamente il contrario”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Criastiano Shaurli, in vista della scadenza della legge regionale n. 2 del 2015, voluta dalla giunta precedente, che stabiliva un contributo di solidarietà per i vitalizi erogati dalla Regione agli ex consiglieri regionali.


Continua a leggere…

Export Fvg cresce con visione internazionale

Shaurli: “Investimenti che non ci sono in finanziaria Fvg”

 
“Gli ottimi risultati del Friuli Venezia Giulia nell’export sono in parte il frutto di investimenti su imprese, infrastrutture, relazioni internazionali, che non interessano a questa maggioranza che non si vedono più in questa finanziaria. Dopo anni, la nostra regione torna ai vertici del nordest, perciò invitiamo Fedriga a non sprecare una prassi un’eredità virtuosa”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Cristiano Shaurli, commentando uno studio dell’Ires Fvg che rielabora i dati Istat, in base al quale l’export regionale si avvia a superare il valore record raggiunto lo scorso anno.


Continua a leggere…

Pd è con lavoratori DM Elektron in sciopero

Shaurli: “Proprietà accetti apertura dialogo”

Serracchiani a Di Maio: subito tavolo istituzionale al Mise

“Il partito democratico è solidale con i lavoratori che scioperano per salvare i loro posti di lavoro, chiede alla proprietà di cambiare atteggiamento e di accettare l’apertura di un dialogo con i sindacati. Ci aspettiamo che l’azienda dia dimostrazione di responsabilità”. Lo afferma il segretario regionale del Pd Cristiano Shaurli, a fronte dell’inasprirsi dello scontro tra i lavoratori e la proprietà della DM Elektron, azienda di Buja (Udine) che produce schede elettriche e ha 150 dipendenti, scesi in sciopero a seguito di crescenti preoccupazioni per il futuro dello stabilimento, che starebbe delocalizzando in Romania.


Continua a leggere…

Shaurli: in ‘riforma’ nessuna politica per la salute

“A Roma bocciano benefici per malati mesotelioma, in Fvg no attenzione per Centro regionale amianto”

 
“Questa è una ‘riforma’ sanitaria che non contiene una riga sulle esigenze reali di salute dei cittadini e sulle prospettive del nostro territorio, non parla di una situazione demografica che ci vede fra le Regioni più anziane d’Europa, non parla della vera grande sfida della continuità delle cure e nemmeno della sostenibilità economica del nostro sistema: serve solo a umiliare alcuni territori come l’Isontino e la montagna cambiando dei contenitori ”. Lo ha affermato oggi a Trieste il segretario regionale del Pd Cristiano Shaurli, a margine della seduta del Consiglio regionale dedicata alla discussione del ddl di riforma dell’assetto del Servizio sanitario regionale.


Continua a leggere…

Governo di “patrioti” taglia fondi a Esuli

Rosato: “taglio anche a minoranza italiana in Slovenia e Croazia”

Salvini e Di Maio hanno punito gli Esuli d’Istria e Dalmazia e la comunità degli Italiani in Slovenia e Croazia. E hanno calato l’accetta anche sull’Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata (I.R.C.I.) di Trieste e sulla Società di Studi fiumani di Roma”. Così in una nota, Ettore Rosato, vicepresidente Pd della Camera dei deputati, commenta la bocciatura dell’emendamento alla legge di Stabilità depositato insieme con i colleghi Debora Serracchiani, Lia Quartapelle e Piero Fassino, inteso a rifinanziare integralmente le leggi 72 e 73 del 2001 e la 94 del 2004. “Sordo a tutti gli appelli – commenta Rosato – il Governo a trazione leghista ha ridotto di circa due terzi il finanziamento alle leggi che assicurano l’attività delle associazioni degli Esuli e dell’unica minoranza italiana autoctona rimasta fuori dal nostro Paese. In sintesi, una vergogna“.


Continua a leggere…