Fedriga commissario politico di Salvini

Shaurli: imbarazzante la trovata della Tav Venezia-Trieste

“Fedriga in persona conferma di non contare niente neanche nella Regione dove è presidente. Anche in Fvg l’unica cosa che conta è ripetere a memoria il verbo di Salvini. Un presidente che è solo un commissario politico che esegue gli ordini di Roma. Anche per questo bisogna lavorare affinché questo Governo finisca al più presto possibile di fare danni per la nostra Regione”. Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando le dichiarazioni del presidente della Regione Massimiliano Fedriga, sull’edizione ferragostana del quotidiano friulano “Messaggero Veneto”.

“È preoccupante infatti – spiega Shaurli – un presidente che ragiona di economia dando la colpa della crisi alla Germania e parla di contromisure da 10 milioni e del bonus bellezza. Sotto gli spot di Fedriga continua a non esserci niente di concreto, in particolare per lavoratori e imprese: tutto è rimandato a data da destinarsi, come e quando non si sa”.

Il segretario dem valuta “imbarazzante la trovata della Tav Venezia-Trieste da ridiscutere col Governo, come Fedriga non sapesse che servono almeno 8 miliardi. E lo dice senza considerare che la velocizzazione già prevista è frutto di importanti concertazioni con territorio e operatori. Questa è la tattica di chi non ha idee: usare gli spot del suo ‘capitano’ per portare lo scontro romano fra Lega e M5 anche nella nostra Regione. Ma ai cittadini i soliti spot di propaganda serviti anche a Ferragosto interessano sempre meno perché non portano a niente, tanto meno il pane in tavola”.