Lega: adesso è delirio d’onnipotenza

Shaurli: a Udine giunta extralarge e probabili altre nomine in Regione

“Dopo la sbornia elettorale inizia il delirio di onnipotenza, nella Lega dilaga la convinzione di poter far quel che vogliono, convinti che i cittadini accettano tutto senza indignarsi o reagire. Non s’illudano, l’idillio può durare davvero poco e i cittadini sono più attenti di ciò che qualcuno pensa”.

Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando i movimenti del Carroccio in regione dopo le elezioni.”Prima i dieci assessori regionali tutti esterni, poi – continua Shaurli –  la ricostituzione di consigli di amministrazione in diverse società per piazzare sostenitori e ‘amici’ , ora l’incredibile dilatazione della giunta comunale di Udine a undici assessori. La fame di posti della Lega si placa attingendo alle tasche dei cittadini: amministrare è secondario”.

“Sono convinto non sia finita qua e che – indica Shaurli – nelle prossime settimane Fedriga vorrà cogliere l’occasione di altre nomine per piazzare altri fedeli. Magari sarà la volta del Consiglio regionale, dove sono in caldo posti di portavoce da 90mila e altri ruoli di vertice nella comunicazione”.

Per il segretario dem “la priorità di Fedriga e’ aumentate i costi della politica ed accontentare la sua cerchia , magari di non eletti in Regione o nei Comuni, non certo i sono i posti di lavoro che diminuiscono, le imprese che cominciano a non farcela o le famiglie che non fanno la spesa con gli slogan di Salvini”.