M5S vuole bavaglio a giornali fuori dal coro

Ieri liste di giornalisti sgraditi, oggi attacco a Repubblica

Autoritari, aggressivi, intolleranti, spaventati: ecco come sono i capi di questo movimento che ha tradito i suoi elettori. Vorrebbero nascondere i loro fallimenti, far dimenticare le loro bugie e soprattutto che sono lo scendiletto della Lega. Mentre i romani, i pugliesi o i torinesi si ribellano contro di loro, se la prendono con un giornale”. Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, commentando l’attacco vibrato dal blog delle Stelle contro il quotidiano La Repubblica, a proposito della manifestazione di ieri in Campidoglio contro l’amministrazione Raggi.

“Da sempre i capetti dei 5Stelle – aggiunge Serracchiani – vorrebbero imporre il bavaglio a chi non canta nel loro coro e oggi tocca a Repubblica, come ieri hanno fatto le liste di proscrizione dei giornalisti sgraditi. Strano che non si sentano mai disturbati da quello che scrivono i quotidiani posseduti da Berlusconi o – conclude – da quelli che reggono la coda alla Lega”.