Rosato a Fedriga: da Salvini chiacchiere, da Chiesa risposte

Rosato: no chiacchiere e campagna elettorale sulla pelle dei più deboli

Spiace leggere le parole del governatore Fedriga, forse solo dettate da esigenze di partito”. Lo dichiara Ettore Rosato, vice-presidente della Camera, a proposito delle parole di Massimiliano Fedriga sulla vicenda dello stabile occupato da Spin Time, nel quartiere Esquilino a Roma.
Il gesto del Cardinal Krajewski – spiega – ha un significato che va al di là della politica. I politici e le autorità civili hanno il dovere di dare risposte credibili e di lungo periodo alle necessità di queste famiglie. Gli uomini e le donne di Chiesa vedendo poveri a centinaia, non si possono voltare dall’altra parte. Il suo atto dice alla politica di fare, di sbrigarsi e di fare bene. Al qui ed ora, ai bambini e alle famiglie bisognose ci ha pensato lui. Ma non ha proposto una soluzione. Per quella, si aspetta la politica appunto”.
“Era questo che Fedriga avrebbe dovuto dire a Salvini, di darsi da fare non di fare chiacchiere e campagna elettorale sulla pelle dei più deboli”, conclude. Roma, 13 maggio 2019