Spazzacorrotti contro Istituzioni e volontariato

Shaurli: intanto Casaleggio incassa e fa politica


“Una norma perversa che umilia e calpesta al tempo stesso le istituzioni e il volontariato. E’ il risultato di una completa ignoranza della realtà dei territori e dell’impegno gratuito e quotidiano di migliaia di persone: si fanno leggi da dilettanti allo sbaraglio probabilmente senza nemmeno leggerle. I nostri parlamentari sono già mobilitati: faremo tutto il possibile per modificare questa Spazzacorrotti ideologica e dannosa. E chiediamo al presidente Fedriga di far propria la mozione del Pd in Consiglio regionale“. Lo afferma il segretario del Pd Fvg Cristiano Shaurli, denunciando gli effetti della Legge 3/2019 (Spazzacorrotti) …

…che ha modificato un comma dell’articolo 5 della legge 149/2013 in materia di trasparenza: “Sono equiparate ai partiti e movimenti politici … le fondazioni, le associazioni, i comitati i cui organi direttivi siano composti in tutto o in parte da persone che siano o siano state, nei dieci anni precedenti, membri del Parlamento nazionale o europeo o di assemblee elettive regionali o locali, ovvero che abbiamo ricoperto nei dieci anni precedenti incarichi di governo al livello nazionale, regionale o locale”.

“Questo Governo – aggiunge Shaurli – punisce chiunque si impegni sul territorio, come i consiglieri comunali che fanno volontariato, mette in difficoltà i piccoli Comuni, la montagna, per tacere delle centinaia di associazioni che vivono del lavoro meritorio di persone che magari anni prima hanno avuto l’unica ‘aberrante e vergognosa colpa’ di aver fatto parte di un consiglio comunale. Per questi sedicenti moralizzatori tutto l’impegno politico e civico è in blocco roba sporca: da dietro la tastiera di un computer e magari senza aver mai fatto un iniziativa di volontariato o montato un chiosco vogliono gettare fango su chiunque lavori concretamente sul territorio. I cittadini però conoscono i loro sindaci e i consiglieri dei nostri Comuni, a prescindere dal colore politico. Siamo all’assurdo che il consigliere comunale di un nostro paese deve essere tenuto alla larga dal volontariato, mentre – puntualizza il segretario dem – un Casaleggio può fare politica, incassare i soldi dei parlamentari M5S e farne l’uso che vuole senza render conto a nessuno. Spero davvero che amministratori locali, associazioni di volontariato e sportive, pro loco, ANCI facciano sentire la propria voce di fronte a questa assurdità partorita – ribadisce Shaurli – da un Governo di incompetenti e dilettanti allo sbaraglio “