Economia: Grim e Morando, Pd ha forza e responsabilità del cambiamento

Morando-Grim-Spit“La logica dell’accontentare tutti, poco e male, è finita. Ora il Pd ha la forza per prendere scelte chiare e nette anche nella politica economica, a livello regionale, nazionale ed europeo”. Lo ha affermato oggi a Udine la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim, intervenendo durante un incontro organizzato dal Pd con il viceministro dell’Economia Enrico Morando sulle politiche economiche del Governo.

Secondo Grim “abbiamo bisogno di un percorso di riforme strutturali, di una  riduzione della pressione fiscale, della revisione della spesa e lotta all’evasione fiscale. Abbiamo bisogno di una politica lungimirante che sappia indirizzare le risorse con coraggio, anche a rischio di scontentare qualcuno. Il Gorverno Renzi ha avuto da subito il coraggio di scegliere: gli 80 euro in busta paga ai lavoratori dipendenti a più basso reddito è una scelta chiara, di aiuto alle persone, di stimolo dei consumi e di equità sociale. È una misura che il Governo intende rendere strutturale e – ha osservato Grim – così deve essere”.

Secondo Morando “il Pd è il primo partito europeo perché ha ottenuto piu voti di chiunque altro in termini assoluti. Il voto ha avuto dimensiomi impressionanti e ci mette nella condizione di agire per il cambiamento, a livello nazionale ed europeo. In Europa – ha aggiunto – c’è stato un eccesso di austerità che va superato. All’Europa servono politiche espansive che partano dai Paesi in attivo e dall’Ue nel suo complesso. Per questo serve un’Europa forte e unita: il Pd è favorevole alla candidatura di Juncker a presidente della Commissione proprio perché legittimato dai voti. È importante – ha concluso – frenare il Regno Unito, che sta cercando di spezzare gli equilibri che potrebbero rafforzare l’unione dell’Europa”.

Udine, 23 giugno 2014

Comunicato stampa
Ufficio stampa Pd Fvg