Gli stivali chiodati della Lega

Spitaleri: “Se ne fregano di territori e amministratori”

La verità è venuta alla luce in poche settimane: se ne fregano di territori, amministratori, operatori, di tutto e di tutti. La giunta Fedriga, che non ha un programma di governo, ha da marcare alcuni punti ideologici e lo fa indossando gli stivali chiodati, se necessario per marciare su quei territori e amministratori che avrebbero dovuto ascoltare.

E’ accaduto proprio questo al Comitato per le Autonomie Locali, che si è espresso contro il taglio di un milione di euro al Programma immigrazione. Un milione che doveva andare ai Comuni non per “buonismo” ma per integrare di più gli stranieri e quindi rendere migliore la vita dei cittadini italiani. Sia chiaro che, pur con questo taglio, i Comuni continueranno a tenersi tutti gli stranieri di prima, regolari e richiedenti asilo, ma non avranno risorse per progetti e attività. “Arrangiatevi” è la risposta di Roberti ai Comuni. La Lega ha un indirizzo politico e questo ha la prevalenza su tutto: qui in regione come a Roma, non si fanno prigionieri.

E allora se le cose stanno così, rivolgiamo un caldo invito all’assessore Roberti: conti fino a cento prima di dire panzane come “la precedente Giunta regionale ha imposto il sistema dell’accoglienza diffusa senza mai ascoltare né sindaci né territori: era bene ascoltare prima gli amministratori come abbiamo fatto, facciamo e faremo noi”.